Alopecia Autoindotta nel Gatto e Dismicrobismo Cutaneo

Inserito in Malattie del GATTO

L’Alopecia Autoindotta nel Gatto è un sintomo caratterizzato dalla mancanza di pelo a chiazze, circoscritta o diffusa che interessa cute e mantello dei Gatti. In questo caso è proprio il Gatto che leccandosi o mordendosi si autoprovoca alopecia.

 
Alopecia Autoindotta nel Gatto
 
Alopecia Autoindotta nel Gatto e Dismicrobismo Cutaneo
 
Le cause di Alopecia Autoindotta nel Gatto possono essere di varia natura ma la più comune, è una intensa alterazione del Microbiota Cutaneo dovuta in particolar modo, all’assunzione di cibo industriale: crocchette e scatolette. Anche l’uso/abuso dei comuni pesticidi chimici, per combattere le infestazioni parassitarie, è in grado di squilibrare il sistema immunitario della pelle.
Un Microbiota Cutaneo alterato, lascia la pelle senza difese esposta ad infezioni, micosi, rogna tigna, malassezia e affezioni di ogni genere, inducendo un’alta reattività a morsi di pulci e zecche.
 
 

Microbiota e Dismicrobismo Cutaneo
Sulla cute nostra e dei nostri animali, vivono micro-organismi simbiotici, tra loro in armonia, che costituiscono il cosiddetto Microbiota Cutaneo e svolgono un’importante funzione, poiché contribuiscono alla difesa immunitaria della pelle. Ma quando per interventi invasivi e tossici al tempo stesso come: cibi industriali, antiparassitari chimici o altro, l’equilibrio naturale di questi microbi si altera, alcune colonie microbiche prendono il sopravvento su altre, dando luogo a infezioni e micosi.
Inoltre è ben noto come lo sbilanciamento e la distruzione delle popolazioni microbiologiche cutanee possano determinare il peggioramento di stati patologici, tra i quali la dermatite atopica, eczemi e micosi.

Nella gestione di ogni malattia della pelle, deve essere centrale il ruolo della microflora batterica cutanea, considerando il suo compito di scudo contro le aggressioni esterne.

Inoltre la cute è un importante organo emuntoriale, vale a dire che espelle di tossine circolanti nell’organismo
è il luogo più superficiale in cui può sfociare una alterazione interna; fermare il sintomo, senza guarirne le cause, può corrispondere ad un approfondimento della alterazione interna, che quindi andrà a sfociare sul fegato, sul rene, sul sistema nervoso o su altri organi ancora.
La pelle inoltre è sicuramente lo specchio fedele delle condizioni di equilibrio o squilibrio interno,

Intolleranze Alimentari
Celiachia
– Allergia da contatto a detersivi o sostanze chimiche
– Allergia a parassiti interni o esterni
Epatiti
– Morbo di Cushing
Ipotiroidismo
Micosi
– Pancreatiti
– Sindromi Eosinofile
– Stress Emotivo
 
 

gattocicova-foglie

 
 
Rimedi e cure naturali per Alopecia Autoidotta nel Gatto richiedono tempo e pazienza, ma dovranno essere mirate soprattutto a rinforzare e regolare il sistema immunitario, indipendentemente dalla causa.
 
Integratori attivi sulla cute
– Olio di semi di Ribes Nigrum
– Olio di Perilla
– MSM
– Pea
 
Probiotici
I Probiotici di qualità, hanno un ruolo centrale, aiutano a ripristinare il sistema immunitario aumentando l’assorbimento di sali minerali, migliorano la selettività della mucosa intestinale, regolano la funzionalità intestinale (motilità, assorbimento, selettività e secrezione), proteggono contro infiammazioni e infezioni a carico dell’intestino. Per i Gatti è bene utilizzare Probiotici per l’uomo che hanno gli stessi tipi di batteri, poiché quelli prodotti per animali non funzionano bene, sono spesso di scarsa qualità e trattati chimicamente.
 
Omeopatici possibili
– Arnica
– Silicea
– Graphites
– Histaminum

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 

www.gattocicovablog.it

 
 

Alopecia Autoindotta nel Gatto e Dismicrobismo Cutaneo

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Meteorismo e Flatulenza

Patologie dei Cani di razza

Insufficienza Renale nel Gatto

Colite nel Cane Sintomi

Gli Strongili nel Gatto