Giardia nel Gatto e Cane Supporti Naturali Fegato Intestino

Inserito in Malattie del CANE, Malattie del GATTO

La Giardia nel Gatto e Cane è una parassitosi più diffusa di quanto si pensi. Generalmente quando si fa un esame parassitologico delle feci di Gatti e Cani domestici, non si da particolare importanza alla ricerca della GIARDIA.

 
Giardia nel Gatto e Cane Supporti Naturali
 
Giardia nel Gatto e Cane Supporti Naturali Fegato Intestino
 
“Giardia Lamblia” è un protozoo flagellato che determina un’affezione intestinale detta Giardiasi. La Giardia ha un ciclo biologico caratterizzato da una prima fase cistica (forma resistente) e da uno fase protozoaria (forma vegetativa). Nelle feci si possono trovare sia cisti e sia protozoi. La Giardia nel Gatto e Cane si trasmette attraverso l’ingestione di acqua o alimenti contaminati dalle cisti del parassita. E’ la classica “affezione da comunità”, come asili, canili, gattili. Può essere trasmessa da animale a uomo e viceversa.
 

Il parassita si trova soprattutto nella parte superficiale delle acque, mentre le acque dei fondali sono spesso più salubri. Per evitare la malattia bisogna evitare comportamenti a rischio come fare il bagno in acque inquinate, bere da fontane dove l’acqua non è potabile o mangiare cibo lavato con acqua non potabile.
 
Questa affezione può essere per un po’ di tempo asintomatica e cronicizzarsi, oppure può manifestarsi in forma acuta. Il parassita si replica a fasi intermittenti con diarrea ricorrente: dopo l’ingestione, con l’ausilio dell’acidità e delle proteasi gastriche, le cisti (anche poche) di GIARDIA si aprono, liberando i protozoi che aggrediscono il tratto superiore dell’intestino.
 
 
La severità dei SINTOMI dipende soprattutto dal “Terreno Individuale”, cioè dallo stato delle difese immunitarie. Le immunoglobuline A inibiscono l’aderenza del protozoo alle pareti intestinali. Non a caso le categorie a rischio sono gatti e cani immunodepressi.
 
Quando la Giardia nel Gatto e nel Cane prende il sopravvento, la massiccia colonizzazione della mucosa intestinale, impedisce la corretta digestione e l’assorbimento dei nutrienti specie dei grassi alimentari, per cui le feci espulse contengono grassi non assorbiti ed emanano un odore pungente.
Questo fattore, unitamente allo stimolo irritativo ed al danno cellulare, determina la comparsa dei sintomi tipici della Giardia: diarrea intermittente, vomito, alla flatulenza, inappetenza, stato di malessere.
 
 
La GIARDIASI:
 
Danneggia i villi intestinali
 
Ostacola  l’assorbimento di nutrienti
 
Favorisce la moltiplicazione batterica nel tratto intestinale con disbiosi cronica

 
 
Diagnosi
Quando la Giardia nel Gatto e Cane diventa cronica, può andare avanti anni ed essere scambiata per una patologia intestinale di malassorbimento.
 
La diagnosi di giardiasi non è molto facile dal momento che l’eliminazione fecale delle cisti è irregolare e il protozoo rimane visibile nelle feci per poche ore, tende infatti a dissolversi; per questo motivo quando si effettua un esame delle feci al Cane e al Gatto.. ma anche nell’uomo, al fine di evidenziare la Giardia è opportuno ripetere l’esame, qualora risultasse negativo per almeno tre giorni di seguito ed è importante raccogliere le feci fresche in modo da non far passare parecchio tempo tra l’emissione delle stesse e il test da laboratorio (ELISA). Va effettuata portando il campione direttamente ad un laboratorio di analisi cliniche.
Nelle feci, in caso di Giardia nel Cane e Gatto, sono presenti soprattutto le forme cistiche, con 2 o 4 nuclei. Le forme trofozoitiche possono essere rilevate solo su materiale molto contaminato e FRESCO. In questo caso i trofozoiti sono mobili, con 2 o 4 flagelli. La forma è “a goccia” e a volte è visibile il disco adesivo con il quale il parassita si lega al tessuto intestinale.

 
 

gattocicova-foglie

 
 
Rimedi Cure Naturali Giardia Gatto Cane
Sono necessari trattamenti farmacologici per debellare questo insidioso parassita, ma sono altrettanto necesseri trattamenti naturali per contenere i danni e favorire il recupero dell’organismo stressato e provato dall’aggressione della Giardia.
 
L’infestazione da GIARDIA nel Gatto e nel Cane viene debellata attraverso farmaci prescritti dai medici, quali il metronidazolo (Flagyl) ed il tinidazolo (Fasigin), entrambi non possono essere somministrati in gravidanza per il loro documentato effetto teratogeno. Altri farmaci o antibiotici possono mascherare i sintomi e far cronicizzare il protozoo, è bene quindi utilizzare i principi attivi specifici rispettando i dosaggi. In questa parassitosi abbastanza subdola, è importante oltre l’uso della terapia farmacologica nel Cane o nel Gatto, focalizzare la terapia di supporto del Sistema Immunitario, la rigenerazione della mucosa gastrica e l’assistenza al fegato.
 

cure-naturali-giardia-gatto-cane

 
Trattamenti naturali per Giardia nel Gatto e Cane rappresentano un supporto utilissimo per contrastare questa affezione. Anche in considerazione del fatto che i farmaci usati necessariamente per debellare la Giardia, presentano non pochi effetti collaterali e non sono certo privi di tossicità, che si va ad aggiungere allo stato d’intossicazione generale provocato dal parassita stesso, è bene bonificare il “terreno”.
Usando supporti Fitoterapici e/o Omeopatici e/o Omotossicologici, la guarigione sarebbe più rapida e il danno da giardiosi verrebbe minimizzato.
 
Oltre il farmaco specifico anti-giardia, sarà il sistema immunitario a combattere il parassita ed è bene quindi utilizzare rimedi immunostimolanti e rimedi a tropismo gastrointestinale.
Il FEGATO come organo emuntoriale va depurato e sostenuto: Cardo Mariano, Curcuma, TAD 600 ecc ecc
Qui trovi un elenco di Rimedi Naturali per Fegato e Supporto Epatico
 
 
Ingenti sono i danni intestinali degli animali che contraggono questa affezione, poichè il parassita si lega al tessuto dell’intestino:
– danneggia le cellule epiteliali con abbassamento dei villi intestinali
– inibisce l’assorbimento di nutrienti, che restano nell’intestino provocando fermentazioni
– favorisce la moltiplicazione batterica nel tratto intestinale
– inibisce l’azione degli enzimi digestivi prodotti dalla mucosa dell’intestino
 
Sarà necessario quindi lavorare olisticamente su questo aspetto del sistema digestivo compromesso, con i tanti rimedi naturali che abbiamo a disposizione. Inizialmente è bene utilizzare rimedi omeopatici e poi man mano inserire fitoterapici e integratori. Un compito importante nel ripristinare un corretto processo di assimilazione, sarà svolto da probiotici di buona qualità e da una dieta naturale e digeribile.
Innanzitutto consiglio probiotici di qualità come Probioti e Prolife Sporogenes, oppure VSL3. Inoltre posso citare Ficus Carica, Juglans Regia, Vaccinium Myrtillus e Aloe Vera, in aggiunta ad una terapia liquida drenante. Anche il colostro di capra può essere un valido supporto.
 
 
Al trattamento specifico per Giardiasi deve essere associata una accurata disinfezione dell’ambiente possibilmente con prodotti non tossici per animali e persone.
 
 
Prevenzione
Il parassita prolifera soprattutto nella porzione superficiale delle acque, mentre le acque dei fondali sono spesso più salubri. Quindi EVITARE di far bere gli animali dalle pozzanghere o acqua non potabile, che si facciano il bagno nei laghi stagnanti senza sistemi di microfiltrazione. Fare molta attenzione alle feci dei piccioni che possono essere presenti in giardini e terrazzi.
 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 

www.gattocicovablog.it

 
 

Giardia nel Gatto e Cane Supporti Naturali Fegato Intestino

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Linfoma nel Gatto e nel Cane

Ipotermia nel Gatto e nel Cane

Malassorbimento Gatto Cane

Rachitismo nel Gatto e nel Cane

Disidratazione nel Gatto e Cane