IBD nel Cane e Gatto Cure Naturali Prevenzione NO al Cibo Industriale

Inserito in Malattie del CANE, Malattie del GATTO

IBD nel Cane e Gatto è un disturbo ormai sempre più frequente, strettamente correlato ad un’alimentazione industriale pro-infiammatoria. E’ noto che il contenuto tossico del cibo confezionato (conservanti, coloranti, addensanti, appetizzanti grassi rancidi ecc), è in grado di infiammare e alterare la mucosa intestinale, favorendo flogosi locale permanente.

 
IBD nel Cane e Gatto
 
IBD nel Cane e Gatto Cure Naturali Prevenzione NO al Cibo Industriale
 
 
IBD nel Cane e Gatto è un’infiammazione cronica intestinale, collegata ad una ipersensibilità alimentare, responsabile di questa patologia dell’intestino, con infiltrato di cellule infiammatorie.
 
La malattia porta ad un ispessimento della parete intestinale, con modificazione del transito, una conseguente alterata peristalsi con alternanza di vomito e diarrea, mancanza di appetito, nausea, dimagrimento, malassorbimento e debolezza dovuta a ipoalimentazione.
Il Cane o Gatto malato di IBD può manifestare disagio leccandosi il fianco o la pancia, ingoiando tra l’altro, un bel po’ di pelo. Da qui si crea un circolo vizioso poichè l’ingestione dei peli, infiamma maggiormente stomaco e intestino.

La diagnosi di IBD accertata durante la visita, viene solitamente effettuata tramite ecografia, per poter verificare lo spessore delle anse ed eventualmente l’ingrossamento dei linfonodi mesenterici

La forma più comune del gruppo IBD nel Cane e Gatto è detta: Enterocolite Linfoplasmocitaria in quanto i linfociti e le cellule del plasma (cellule che producono anticorpi per difendersi dagli attacchi alimentari, sono i principali tipi di cellule INFIAMMATORIE riscontrate nella mucosa gastrointestinale.

Cane IBD
Esistono anche altre forme di IBD nel Cane e Gatto, sempre più presenti tra la popolazione felina, malnutrita con cibi preconfezionati: IBD Eosinofile, Neutrofile e Granulomatose. Queste classificazione vengono attribuite in base alla presenza di cellule infiammatorie presenti.
Ogni animale ha una reazione individuale a sostanze tossiche, per cui questa differenziazione è relativamente utile ai fini terapeutici, perchè sempre di cellule infiammatorie si tratta, che causano allergie, intolleranza e ipersensibilità.
RISULTATO: un sistema digestivo perennemente infiammato, che si porta dietro disbiosi cronica e conseguenze gravi, che si localizzano in ogni parte dell’organismo .. un esempio fra tanti: urolitiasi e cistite.
Infatti le cure tradizionali per IBD nel Cane e Gatto comprendono, in ognuna delle varianti sopra descritte, terapie cortisoniche e antibiotiche.
 
 
IBD nei Cani e Gatti e Infiammazione da Cibo
In generale, il termine Enterocolite, si riferisce all’ infiammazione, che si verifica nell’intestino tenue e crasso. Nei casi in cui l’infiammazione avviene nell’intestino tenue, si parla di Enterite, se invece lo stato infiammatorio coinvolge l’intestino crasso, si parla di Colite. Riferendosi all’infiammazione dello stomaco si ha gastrite.
Anche in questo caso la localizzazione della re-azione flogistica non cambia prognosi e trattamenti naturali.
 
 
CAUSE IBD Canina e Felina
Un fattore predisponente IBD nel Cane e Gatto è che questa patologia, spesso è la conseguenza di una forma di intolleranza o di allergia alimentare, che alterando l’equilibrio naturale della flora batterica intestinale, rende possibile la proliferazione di batteri patogeni. I patogeni che prendendo il sopravvento, inducono un’alterazione e una degenerazione della mucosa gastrica e della parete intestinale.
Il mangime industriale (Pet Food) ha un ruolo determinante in questa patologia.
I veterinari ben sanno che Cani e Gatti alimentati fin da piccoli, con mangimi conservati, iniziano sempre di più precocemente, ad accusare infiammazione da cibo.
 
Un altro importante fattore da tenere in considerazione quando si parla di IBD, è che questa condizione patologica, predispone il terreno biologico intestinale, alla crescita del LINFOMA. il Linfoma è un tipo di tumore sempre più frequente nei Gatti che vengono nutriti, addirittura quotidianamente, con alimentazione INDUSTRIALE e conseguente carico tossico di fegato e reni .
 
 
Sintomi di IBD nel Cane e Gatto

  • Vomito
  • Diarrea
  • Perdita di Peso
  • Nausea
  • Inappetenza
  • Depressione
  • Coliche e spasmi intestinalt
  • Meteorismo e Flatulenza
  •  
     

    gattocicova-foglie

     
     
    Rimedi Cure Naturali IBD Cane Gatto Omeopatia
     
    Terapie Naturali per IBD nel Gatto particolarmente adatte a questa patologia, vista la ovvia correlazione tra cibo ingerito e benessere gastrico e intestinale, poggiano su due parametri essenziali:
     
    IBD Gatto Cure Naturali

  • Dieta naturale e digeribile
  • Cure omeopatiche ad Hoc
  • Probiotici alta qualità (non per animali)
  • Disintossicazione dal cibo industriale
  • Depurazione fegato/reni
  •  
    Oltre ad usare rimedi naturali per poter curare una Infiammazione Intestinale nel Gatto e Cane è necessario eliminare ogni cibo confezionato chimicamente trattato e pro-infiammatorio; questo è il primo passo per produrre la guarigione che altrimenti, qualora i visceri non vengano depurati a sufficienza, non potrà avvenire.
     
     
    OMEOPATICI
     

  • Nux Vomica: rimedio elettivo in caso di diarrea, nausea, vomito e acidità gastrica
  • Robinia Comp Wala:  quando è presente acidità gastrica con vomito mattutino
  • Magnesium:  per spasmi intestinali e flatulenza attenua il dolore e assorbe i gas intestinali
  • Chamomilla Cupro Culta: antispastico e rilassante della muscolatura liscia , calma il dolore e i crampi addominali e intestinali
  •  
     
    FITOTERAPICI (non in fase acuta)
     

  • Ficus Carica Gemme: macerato glicerico protettore gastrico che diminuisce la produzione di gastrina, l’ormone presente nella mucosa gastrica responsabile della secrezione dell’acido cloridrico, efficace antinfiammatorio e antispasmodico
  • Juglans Regia: antinfiammatorio e antibatterico in caso di disbiosi intestinale
  • Colostro: rimargina la parete intestinale
  • Probiotici: senza eccipienti e di qualità (Bromatech, OTI ecc.)
  •  
     
    Una sana alimentazione naturale senza additivi chimici, è la principale forma cautelativa per evitare IBD nel Cane e Gatto. Solo cibo fresco, poco cotto che l’organismo riconosce come alimento spontaneo e che non scatena reazioni immunitarie.

    Un’infiammazione cronica dell’intestino inevitabilmente comporta un malassorbimento e quindi il perpetuarsi di anomalie digestive, che aumentano la permeabilità della parete intestinale, che consente ad altre macro molecole di entrare dove non dovrebbero entrare. Un intervento continuo del Sistema Immunitario per attaccare le sostanze nocive lo manda in tilt ed ecco l’inizio di alcune malattie autoimmuni. Il Sistema Immunitario attacca se stesso.

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    IBD nel Cane e Gatto Cure Naturali Prevenzione NO al Cibo Industriale

     
     

    POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

    Raffreddore nel Gatto

    La Tonsillite nel Gatto

    Ipersensibilità Alimentare

    Gatto Iperattivo e alimentazione

    Fibrosarcoma nel Gatto