Gestire naturalmente FeLV gatto leucemia felina rimedi essenziali

Inserito in Articoli e News

FeLV Gatto Rimedi Naturali
 
Gestire naturalmente FeLV gatto leucemia felina rimedi essenziali
 

Gestire Naturalmente FeLV Gatto Leucemia Felina Rimedi Naturali Essenziali per una malattia virale assai diffusa nella popolazione felina, concentrata in determinate zone endemiche. Nella Felv (Leucemia Felina) è presente un retrovirus chiamato appunto Feline Leukemia Virus.

 
Il virus della Leucemia Virale Felina si TRASMETTE dai Gatti infetti a quelli sani principalmente attraverso: urine, saliva, sangue, feci, accoppiamento. Naturalmente durante la gravidanza la madre può trasmettere l’infezione ai piccoli.
Il virus della FeLV gatto sappiamo essere molto labile nell’ambiente esterno dove viene rapidamente inattivato dal calore e dai comuni disinfettanti e detersivi.
 
Nelle zone endemiche tutti i Gatti che girano liberamente, possono dunque contrarre la Leucemia Felina, tranne quelli che vivono in appartamento senza avere contatto con altri felini.

Tuttavia la maggior parte dei Gatti che si infettano e che hanno un buon Sistema Immunitario, riescono ad eliminare il virus spontaneamente

In ogni caso, il Gatto diventato negativo alla FeLV, non significa che sia riuscito a rimuovere completamente il virus dall’organismo. Virus che invece rimane LATENTE nel midollo osseo.. e non è immune da successive ricadute.
I Gatti con la FELV, possono vivere anche per tanti anni se vengono curati assiduamente e correttamente, con il supporto di medicine Olistiche integrative.
 
 
DIAGNOSI FeLV Gatto
 
Il metodo più rapido e sicuro per diagnosticare la FeLV dei Gatti è quello eseguibile in un ambulatorio veterinario tramite un prelievo di sangue per un test, utilizzando un kit diagnostico detto SNAP in grado di rivelare la presenza di particelle virali nel sangue dell’animale. Il test effettuato troppo precocemente prima dei 5 mesi di vita, non è attendibile e deve essere ripetuto.
La positività del test indica la presenza del virus anche nelle prime fasi dell’infezione. Quando la malattia non è ancora conclamata, cioè il Gatto ha la possibilità di difendersi da questa eliminando il virus stesso.
IL test può invece risultare negativo quando: il Gatto NON è mai stato esposto al virus, il virus è in una fase di incubazione o quando il gatto ha già superato l’infezione impedendo così al virus di rimanere nel suo organismo determinando una viremia persistente. Per questo è necessario ripetere il test.
 
 
SINTOMI Leucemia Felina

  • Febbre
  • Apatia
  • Inappetenza
  • Gengivite e/o Stomatite
  • Linfomi
  • Nefriti
  • Anemia
  • Costipazione
  • Diarrea
  • Perdita di Peso
  • Insufficienza Renale
  • Disturbi Respiratori
  •  
     

    gattocicova-foglie

     

    FeLV Gatto Rimedi Naturali Omeopatia Leucemia Felina

    Indispensabili, necessari e molteplici i trattamenti naturali per gestire la Felv dei Gatti. Una malattia molto diffusa per la quale non esistono farmaci, ma solo cure palliative, con effetti collaterali che spesso peggiorano la situazione di un sistema immunitario già compromesso.
    La natura si attiva sempre per favorire l’omeostasi, dobbiamo solo aprirci ad essa e farne esperienza.

    Non ci sono attualmente terapie farmacologiche in grado di guarire i Gatti malati di FELV Leucemia Felina. Ma solo cure sintomatiche che, a causa degli effetti collaterali, non possono essere somministrate a lungo. Talvolta viene usato Interferone, un farmaco carico di reazioni avverse, che nei Gatti non tardano a farsi sentire.
     

    Leucemia Felina Rimedi Naturali

     
    Abbiamo tuttavia a disposizione numerosi e validi rimedi naturali per la Leucemia Felina, da assemblare e somministrare a cicli. Fitoterapici come: Ribes Nigrum oppure Astragalo, Vitamina C, vitamine del Gruppo B e Acido Folico, omeopatici e integratori. Attivano le difese immunitarie aspecifiche dell’animale, di conseguenza la sua resistenza alle malattie ed hanno proprietà antivirali e antibatteriche, consentendo una buona qualità di vita.
     
     

    PARLIAMO DI..
     
    SIN 39 Igeakos composto omeopatico efficace sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica, SIN 39 si caratterizza per un’azione antinfiammatoria, immunostimolante ed antisettica.
    Composizione:
    Allium Sativum 4 DH, Amigdala 4 CH, Apis Mellifica 8 DH, Betula Pubescens 4 DH, Chininum Arsenicosum 4 CH, Cornus Sanguinea 4 DH, Cortisone 15 DH, Crotalus Terrificus 8 DH, Echinacea Angustifolia 4 DH, Echinacea Purpurea 4 DH, Fegato 4 CH, Ferrum Phosphoricum 10 DH, Fumaricum Acidum 8 DH, Funicolo Ombelicale 4 CH, Gangli Linfatici 4 CH, Ginkgo Biloba 4 DH, Hieracium Pilosella 4 DH, Influenzinum 8-12-15 DH, Interferone Alfa 8 DH, Juglans Regia 4 DH, Lachesis 8 DH, Midollo Osseo 4 CH, Milza 4 CH, Nux Moschata 4 DH, Pangamato di Calcio 6 DH, Prunus Spinosa 4 DH, Pyrogenium Suis 15 DH, Ribes Nigrum 4 DH, Rosa Canina 4 DH, Scrophularia Nodosa 4 DH, Selenium 10 DH, Timo 4 CH, Uncaria Tomentosa 4-6-8-12 DH, Vincetoxicum Officinalis 8 DH, Vitis Vinifera 4 DH
     
    – Echinacea Angustifoia 4 DH ed Echinacea Purpurea 4 DH hanno azione antinfiammatoria, immunostimolante ed antisettica
    – Juglans Regia 4 DH, Vitis Vinifera 4 DH e Scrophularia 4 DH sono elettivi in caso di flogosi e suppurazioni croniche delle mucose e linfatismo
    – Ribes Nigrum 4 DH e Rosa Canina 4 DH sono utili in caso di sindromi allergiche, infiammatorie recidivanti mucosali e respiratorie, febbrili virali e influenzali, convalescenze prolungate, esaurimento e postumi di vaccinazione
    – Betula Pubescens 4 DH e Prunus Spinosa 4 DH sono utili in quanto tonici e stimolanti generali nell’astenia psicofisica e nella sindrome da affaticamento
    – Crotalus Terrificus 8 DH e Lachesis 8 DH sono indicati nelle malattie infettive con forme emorragiche e processi settici
    – Ferrum Phosphoricum 10 DH (Sale di Schuessler), ha tropismo per il sistema reticolo endoteliale e le prime vie aeree con proprietà antinfiammatoria e immunostimolante
    – Influenzinum 8-12-15 DH è indicato nella debolezza e reazione influenzale, a volte con febbre, dopo vaccino antinfluenzale o una sindrome influenzale spontanea e Pyrogenium Suis 15 DH negli stati settici e febbrili
    il biocatalizzatore Cortisone 15 DH è utile nei danni da farmaci e Interferone alfa 8 DH riequilibra il sist. immunitario
    – Selenium 10 DH (Oligoelemento essenziale), ha azione anti-ossidante utile in caso di infezioni recidivanti, infiammazioni croniche e in corso o dopo terapie farmacologiche
    – Organoterapici “suis”: secondo i principi dell’Organoterapia, Amigdala 4 CH, Fegato 4 CH, Funicolo Ombelicale 4 CH, Gangli Linfatici 4 CH, Midollo Osseo 4 CH, Milza 4 CH e Timo 4 CH.. stimolano la funzionalità̀ per similitudine.
     
    (NON usare gocce alcoliche in caso di: gastrite, reflusso, nausea e vomito)
     
     

    PARLIAMO DI..
     
    Uncastim Guna parliamo di un composto omeopatico ricavato da un’associazione ottimamente elaborata, di rimedi omeopatici minerali e vegetali, organoterapici suis, catalizzatori intermedi, oligoelementi, un nosode.. che costituiscono un medicinale biologico ad azione immunostimolante, indicato nella prevenzione e nel trattamento delle recidive delle infezioni batteriche e virali, specie nei soggetti linfatici.
    Grazie alla sua composizione Uncastim della Guna, realizza un’azione terapeutica complessa e articolata, che va dall’immunostimolazione, grazie a rimedi vegetali, come Uncaria Tomentosa Echinacea Angustifolia e Purpurea, Vincetoxicum ed alcuni organoterapici come Splen suis Glandula thimy suis, Medulla Ossis Suis.. al controllo della possibile espansione settiva della malattia (Hepar Sulfuris Pyrogenium), al drenaggio del Mesenchima Galium Aparine, Pulsatilla Silicea Phitolacca Sulfur), al ripristino delle attività enzimatiche Acidum Succininum, Acidum Fumaricum, Acidum Malicum, Natrium Pyruvicon, Chinidron), fino allo stimolo catalittico delle stesse (Manganum Metallicum e Cuprum Metallicum)

     
     
    Un Gatto malato di FeLV deve condurre uno stile di vita privo di stress sotto ogni punto di vista. Quindi deve vivere sereno e senza traumi, mangiare cibo altamente digeribile seguendo un’alimentazione naturale ben bilanciata, non utilizzare antiparassitari chimici. Ovviamente un micio FELV + non può essere mai vaccinato, e quando i sintomi della malattia si riaffacciano, bisogna intensificare i trattamenti.
     
     
    PREVENZIONE
    Per quanto riguarda invece la prevenzione della FeLV nel Gatto, è importante la sterilizzazione nelle zone più ad alto rischio che evita il contagio per via sessuale, la nascita di gattini positivi al virus e la propagazione della malattia. L’impiego di rimedi naturali in grado di rendere efficaci le difese immunitarie, quando si presume ci sia una concreta possibilità di contagio.
    Il vaccino per la FELV garantisce l’immunità parziale (circa al 50%), nonostante presenti effetti collaterali notevoli, tra cui un elevata possibilità di contrarre il FIBROSARCOMA vaccinale.
    Non a caso moltissimi gatti vaccinati per la Leucemia Felina si ammalano ugualmente di FELV.

     
     
    I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.
     
     
    Grazia Foti
    Naturopatia Integrata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Gestire naturalmente FeLV gatto leucemia felina rimedi essenziali

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
     

    Leucopenia nel Gatto

    Mastite nella Gatta

    Stitichezza nel Gatto

    Bronchite nel Gatto

    Fibrosarcoma nel Gatto