Malattie del fegato nel cane Cure naturali e rimedi Migliori 10

Inserito in Malattie del CANE

Malattie del Fegato nel Cane
 
Malattie del fegato nel cane Cure naturali e rimedi Migliori 10
 

Malattie del fegato nel cane Cure naturali e rimedi Migliori 10 Cause e Prevenzione per malattie epatiche dei Cani che stanno aumentando in maniera esponenziale causate dal bombardamento tossico a cui sono sottoposti gli animali moderni. La Triade Tossica: Cibo Industriale, Pesticidi Antiparassiti e Vaccinazioni Ripetute.

 
Il Fegato nel Cane è una grossa ghiandola che fa parte dell’apparato digerente e riveste il ruolo fondamentale nei processi organici di TRASFORMAZIONE.
Secondo l’Ajurveda “Il fegato è la sede di Pitta. Questo subdosha è responsabile della produzione degli ormoni pancreatici e brucia le tossine che si sono accumulate nel sangue. Scannerizza e identifica le tossine nel Rasa Dhatu e le rimuove, in modo che non entrino nella circolazione sanguigna. Quindi la Disintossicazione del Fegato nel Cane è essenziale per una buona pulizia del sangue.”

Il FEGATO dispensa energia vitale e il suo stato di salute è di primaria importanza, per il benessere e per la vita

Che lavoro svolge il Fegato?

– Disintossicazione dell’organismo da tossine e scorie ed altri elementi nocivi
– Sintesi e secrezione di bile
– Metabolismo di zuccheri, proteine, grassi e colesterolo
– Accumulo di vitamine e minerali
– Elaborazione degli elementi che favoriscono la coagulazione del sangue
– Regolazione enzimatica e ormonale
– Trasformazione del cibo in energia necessaria alla vita
– Produzione di nuove proteine

Il Fegato nel Cane, produce la BILE indispensabile a digerire i grassi, provvede a metabolizzare i nutrienti, diventando, il principale sistema di disintossicazione corporea ed è infatti uno dei principali organi emuntori del corpo umano e animale

Sostanze Tossiche Fegato Cane
Sicuramente l’organo vitale più colpito da malattie iatrogene e dagli effetti collaterali di alimenti industriali è il FEGATO.

sostanze-tossiche-fegato-cane

Le sostanze tossiche che dall’esterno vengono introdotte nell’organismo, sottopongono il FEGATO ad un superlavoro e prima o poi lo danneggiano gravemente: antiparassitari pesticidi, farmaci, mangimi industriali pieni di additivi chimici come coloranti, conservanti e appetizzanti

 
 
Sostanze IDROSOLUBILI: filtrate dal Fegato nel Cane, vengono reimmesse nel sangue e arrivano ai reni ed espulse con l’urina. Ecco perché un malfunzionamento epatico danneggia velocemente i RENI portando all’insufficienza renale cronica.

 
Sostanze LIPOSOLUBILI: vengono immesse nell’intestino veicolate dalla bile, e poi espulse con le feci. Oltre queste.. nel funzionamento epatico ci sono altre due fasi di detossificazione che nel loro lavoro generano radicali liberi che diventano nocivi per il fegato, se l’organismo non possiede una folta riserva di antiossidanti necessari.
 
SEGNALI che possono indicare malattie le Malattie del Fegato nel Cane

  • Apatia
  • Sete Intensa
  • Diarrea
  • Stitichezza
  • Manto Opaco
  • Nausea e Inappetenza
  • Depressione
  • Alitosi
  • Vomito Ripetuto
  • Eczema e Dermatite
  • Artrite e Artrosi
  • Ittero
  • Ascite Addominale
  •  
     
    Le Malattie del Fegato nel Cane, più comuni e di maggior incidenza
     
    Steatosi Epatica: (fegato grasso) è la forma più frequente, di malattie epatiche, causata dal cibo spazzatura pro-infiammatorio e la steatosi, è la sua risposta all’ infiammazione cronica.
    I Cani colpiti da questa condizione patologica, sono generalmente sovrappeso perchè mangiano cibi confezionati contenenti farine e cereali. Se non si ammalano prima di celiachia o di allergie di ogni genere, arrivano alla steatosi.
    I sintomi sono nausea e vomito, dimagrimento rapido, disidratazione e ittero. La relazione tra alimentazione iper-glicemia e iperinsulinismo (l’aumento dell’ormone che cerca di smaltire gli zuccheri), provoca una infiammazione cronica. Infatti la steatosi epatica risulta maggiormente connessa con il consumo di carboidrati indigesti per i carnivori. Un pasto contenente carboidrati, determina nell’immediato, un aumento della concentrazione di zucchero nel sangue con il conseguente intervento dell’insulina. Questo ormone agisce sul fegato che incamera, insieme al tessuto adiposo, la maggior parte degli zuccheri liberi trasformandoli in glicogeno e in grasso che si accumula anche nel fegato.

     
    Insufficienza Epatica: si verifica quando il fegato perde gran parte della sua funzionalità, degenerando negli stadi successivi, in necrosi epatica.

     
    Colangite: è un infiammazione dei dotti biliari che trasportano la bile al fegato, è una condizione rara nel cane e frequente nei Gatti.

     
    Neoplasia: è generalmente l’insulto finale ad un’esistenza, fatta di sregolatezze alimentari abuso di sostanze tossiche.

     
    Epatite Acuta: malattia del fegato nel Cane, a carattere infiammatorio, provocata, dall’esposizione a tossine ambientali, farmacologiche e alimentari.

     
    Epatite Virale: può essere causata da virus di vario genere.

     
    Shunt Portosistemico: è un disturbo a volte congenito a volte no , in cui il sangue transita attorno al fegato, invece che dentro, a causa di un difetto vascolare anatomico. Ciò impedisce al fegato di drenare le scorie che si accumulano nel sangue.
     
     

    gattocicova-foglie

     
     
    Malattie Fegato Cane Cure Naturali Integrate
     
    Nell’ambito delle terapie naturali integrate, esistono tante soluzioni naturali per la Cura del Fegato dei Cani, ma prima di ogni trattamento bisogna iniziare un programma di depurazione e di rieducazione alimentare.
    Un Cane che per tanto tempo ha mangiato crocchette e scatolette, non riconosce più a lvello di recettori nervosi, i sapori della natura e inoltre deve adattarsi alla vera carne.
    Nelle Malattie del Fegato nel Cane per poter ripristinare un nutrimento come natura vuole, è necessario inserire gradualmente della carne vera e possibilmente biologica nella dieta quotidiana.
     
     
    FITOTERAPIA (NO in fase acuta)
     
    CARDO MARIANO: fitoestratto la cui componente essenziale è la Silimarina, che agisce come antagonista, nei confronti di numerosi agenti epatotossici, tramite un duplice meccanismo d’azione, che conduce alla RIGENERAZIONE del fegato, con la produzione di NUOVI epatociti. Il Cardo Mariano possiede proprietà antiossidanti. La Silimarina ha anche azione coleretica e ipocolesterolomizzante essendo in grado di ridurre l’attività dell’enzima deputato alla sintesi epatica del colesterolo. Utilissimo nelle Malattie del Fegato nel Cane.
     
    DESMODIO: può essere utilizzato per varie situazioni che coinvolgono il Fegato: in caso di epatite, epato protezione durante trattamenti farmacologici prolungati, disintossicazione da cibo industriale. Depura in caso di esposizione a sostanze tossiche sia inquinanti, che infettive (virali e batteriche). Dopo terapie farmacologiche, è questo il fitoterapico migliore, per liberare l’organismo dalle sostanze tossiche.
     
    VITADORON: è un rimedio Antroposofico che stimola la funzione assimilatrice del fegato. La foglia della vite è relativamente ricca di zucchero e contiene l’inosite (stimolatore epatico). Fragaria, interviene con la sua funzione regolatrice ed energizzante sui ritmi del ricambio connessi al fegato.
     
     
    GEMMOTERAPIA (NO in fase acuta)
     

    SECALE CEREALE: macerato glicerico che agisce a livello del parenchima epatico e ne favorisce il ripristino dell’integrità attraverso un’azione diretta sull’epatocita, il quale permette così il ritorno progressivo alla normalità dei valori delle transaminasi.
     

    CORYLUS AVELLANA: indicato nell’epatite cronica con sclerosi del parenchima epatico. A livello del metabolismo fosfolipidico, normalizza le beta-fosfolipo-proteine. A livello del metabolismo nucleo proteico diminuisce l’acido urico. Stimola l’eritropoiesi e riduce la trombofilia, agisce sul tessuto connettivo del fegato oltre che del polmone, dei quali inibisce la sclerosi e favorisce l’elasticità. Sempre a livello epatico stimola le cellule di Kupfer.
     
     

    OMEOPATIA (in fase sia acuta che cronica)

     
    PHOSPHORUS: rimedio omeopatico indicato per disturbi del fegato e delle vie biliari: Congestione del fegato, Ittero, Steatosi (degenerazione grassa del fegato), Gonfiore epatico., Atrofia del fegato, Transaminasi alte, Insufficienza pancreatica, Pancreatite (infiammazione del pancreas), Colecistite (infiammazione della colecisti).


     
     

    LYCOPODIUM agisce potentemente sul fegato. L’organo si presenta sensibile al tatto e c’è una sensazione di tensione. I dolori sono costanti, ma non acuti e lancinanti come invece avviene nel caso della Bryonia. I soggetti avvertono una certa pienezza nello stomaco anche dopo aver mangiato poco. Non ci sono veri e propri sintomi itterici, ma c’è un particolare colorito giallastro. Il Lycopodium è particolarmente utile nei casi di congestione epatica, caratterizzati da dolore nella parte posteriore e laterale destra.
     
     
    NATRUM SULFURICUM: Sale Tissutale (Solfato di Sodio), sostiene tutti i processi di eliminazione, agisce disintossicando l’organismo, soprattutto fegato, reni, intestino e pelle, quindi agisce positivamente su tutti gli organi emuntori. Sale indicato per l’equilibrio dei liquidi corporei, ritenzione idrica. Eczema umido, disturbi digestivi, sapore amaro in bocca. Questo sale si trova nella linfa dove favorisce l’eliminazione delle scorie e dei liquidi metabolici. E’ il disintossicante dell’organismo, pertanto viene usato in tutte le patologie degli organi escretori: fegato, reni, colecisti, cute. Utile in caso di epatopatie, dermatiti squamose, ulcere e piaghe umide agli arti inferiori, reumatismi, influenza, otite media acuta, diarrea, deposito di acido urico nei tessuti. Agendo sulla funzionalità del fegato, delle vie biliari e dei reni, è un utile rimedio in casi di disturbi di tipo metabolico quali calcolosi biliare, pesantezza di stomaco, gonfiore delle caviglie e del viso.
     
     
    CARDUUS MARIANUS

    : in versione omeopatica il Cardo Mariano è il rimedio ideale, per disturbi di fegato e cistifellea. Secondo la materia medica del Morrison, questo omeopatico è indicato per le seguenti patologie: calcoli e coliche alla cistifellea, epatite acuta, disturbi epatici cronici anche gravi. Può anche comparire, nel quadro patologico in essere, ittero e stasi venosa dovuta a congestione portale. E’ inoltre efficace in caso di deperimento, esaurimento fisico ed emotivo, apatia. Carduus Marianus è utile in presenza di irritabilita, depressione, astenia.
     
     
    INTEGRAZIONE DI GLUTATIONE (in fase sia acuta che cronica)
     
    Per finire segnalo un potente disintossicante del Fegato che è il GLUTATIONE. Può essere utilizzato sia in fase acuta che cronica, per diverse malattie epatiche. Il Glutatione è un presidio medico, ha efficacia in forma iniettabile, poiche la formula orale non è biodisponibile. Va utilizzato diluito in ipodermoclisi, poichè puro irrita i tessuti sottocutanei.
    Elemento naturalmente presente nell’organismo, le cui scorte però vengono velocemente consumate. Il Glutatione è un potente antiossidante e detossificante.. indispensabile per le Malattie del Fegato nel Cane

     
     

    cane-malato-di-fegato
    DIETA NATURALE
     

    Tuttavia, per ottenere una vera guarigione e prevenire ricadute, i rimedi naturali vanno accompagnati da un alimentazione fresca naturale e soprattutto adatta alla specie. Un cibo che non contenga additivi chimici di nessun genere.
    Utilizzare cure naturali e continuare a proporre cibo industriale, non serve a guarire le cause delle malattia che riguardano l’apparato digerente degli animali.
    In realtà quando acquistiamo Scatolette e Crocchette non hanno nulla a che vedere con quello che immaginiamo.
    Si tratta di scarti riciclati, provenienti da industrie alimentari. Avanzi non destinabili ad uso umano.
    Questi residui di carcasse, vengono trasformati chimicamente, in grandi macchinari industriali, attraverso l’uso di additivi chimici. Sono sottoposti a temperature altissime di cottura che alterano le molecole del composto e producono sostanze ancora più tossiche del prodotto di partenza.
    Ben sappiamo che qualunque proteina e vitamina può reggere, senza subire danni più o meno gravi, a temperature attorno ai 50° per pochi minuti e poi degenera. Quindi. a quelle cotture, viene degradato tutto il valore nutrizionale della materia prima (che era già pessima in partenza).
    Capiamo subito che un pappone fatto di queste sostanze, è ben lungi dall’essere BILANCIATO e NUTRIENTE.
    La chimica usata nel Pet Food è fatta di: aromi artificiali, coloranti, emulsionanti, edulcoranti, aspartame (notoriamente cancerogeno!), e vitamine sintetiche.
    Il SAPORE ARTIFICIALE degli appetizzanti è irresistibile per i nostri animali.
    La forma finale delle confezioni di PATE’ – BOCCONCINI – CROCCANTINI serve solo a NASCONDERE un contenuto tossico e pericoloso, che in tempi più o meno rapidi porta gli animali ad ammalarsi.
    L’industria della carne destinata al consumo umano, si serve degli scarti di macellazione, denominati “sottoprodotti”, che noi immaginiamo vengano distrutti. Sono invece usati per produrre crocchette e bocconcini, che non hanno davvero l’aspetto di: ossa, carcasse, sangue, tessuto connettivo, testa, visceri, zoccoli, intestino, cartilagini, piume, ghiandole e purtroppo spesso, parti malate e cancerose.
    Gli effetti collaterali del cibo confezionato per animali sono tanti e prevedibili, quindi con una dieta sana e digeribile, si possono seriamente curare e prevenire la maggior parte dei problemi di salute, che affliggono gli a animali industrializzati.
    Quindi.. L’alimentazione naturale e di facile digeribilità, è l’elemento essenziale, per far riposare il fegato, recuperare la sua funzionalità e favorirne la rigenerazione.
    Un Cane malato di fegato deve essere nutrito in maniera semplice con alimenti di qualità preferibilmente di provenienza biologica.

     

    I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.

     
    Grazia Foti
    Naturopatia Integrata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Malattie del fegato nel cane Cure naturali e rimedi Migliori 10

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE…
     

    Diarrea nel Cane Rimedi

    Alopecia nel Cane Cause

    Colite nel Cane Sintomi

    Morbo di Cushing nel Cane

    Disbiosi Intestinale