Oli Essenziali per cane e gatto: sono tossici?

Inserito in Fitoterapia, Olismo e Ben-Essere

Oli Essenziali per Cane e Gatto
 
Oli Essenziali per cane e gatto: sono tossici?
 

Oli Essenziali per cane e gatto: sono tossici? bisogna avere cautela poichè si tratta di sostanze ricche di principi attivi molto concentrati, che hanno un azione ad ampio spettro, e che vengono soprattutto usati in alternativa ai comuni pesticidi contro pulci, zecche e zanzare.

Gli Oli Essenziali sono impiegati anche negli animali per le loro proprietà: disinfettanti, antibatteriche antifungine, antivirali, antisettiche, antiparassitarie, anticatarrali e mucolitiche.
Non tutti gli Oli Essenziali si possono utilizzare nei Cani e nei Gatti, ed è bene sempre avere cautela nell’uso, scegliendo una qualità pura, raffinata e affidabile di O.E. .

Gli O.E. Sono sostanze altamente concentrate e il fatto che sono naturali non significa che siano prive di effetti collaterali.
Si estraggono dai principi attivi aromatici contenuti nei vegetali, ricavati tramite il processo di distillazione. Gli O.E. differiscono dagli oli stabili (grassi) per la loro volatilità, cioè la tendenza a passare allo stato gassoso.

Gli Oli Essenziali si possono trovare in tutte le parti della pianta: nei fiori, nelle gemme, nei semi, nei frutti, nelle radici e nel legno.

Durante la distillazione, il vegetale cede al vapore le sue sostanze volatili, che dopo la refrigerazione, si separano di nuovo e possono essere raccolte in preziose goccioline essenziali.
Un aspetto importante è legato al ciclo vitale della pianta stessa. Per cui si parla di un “momento balsamico”, per indicare il periodo di massima concentrazione dei principi aromatici.
 
Il calore, la luce, l’aria e l’umidità possono compromettere la qualità delle essenze. E’ dunque necessario conservarle in recipienti in vetro scuro ermeticamente chiusi e in ambiente fresco e asciutto.La qualità particolarmente penetrante delle essenze, fa si che possano facilmente essere assorbite dall’organismo. Anche attraverso l’uso dell’AROMATERAPIA.
 
 
Utilizzo Oli Essenziali per Cane e Gatto
 
Per quanto riguarda gli animali, bisogna andare cauti nell’uso degli O. E. poiché per la loro concentrazione possono risultare aggressivi e provocare effetti collaterali.
L’Aromaterapia per gli animali, è considerata forse la via meno aggressiva e ugualmente efficace. Le molecole degli OE sono altamente veicolanti e sono in grado di distribuire le loro energie per entrare in contatto vibrazionale con l’organismo.
Una goccia di Essenza di Eucalipto opportunamente diluita in acqua, e somministrata oralmente, può servire ad abbassare una febbre troppo alta in maniera graduale. Questa essenza, in aromaterapia, può essere utile a fluidificare il catarro.
L’essenza di Lavanda può essere usata come antiparassitario sempre nella misura di 3 gocce diluite in acqua passate sul manto dell’animale.
Sia l’olio essenziale di Tea Tree (melaleuca) che l’olio essenziale di Lavanda sono adatti antisettici generali e hanno dimostrato una grande efficacia nel controllo delle infezioni batteriche e fungine.
Un mix di Oli essenziali di Lemon Grass, Eucalipto, Geranio e Lavanda si possono miscelare per evitare l’infestazione dei parassiti come le pulci e le zecche.
Si possono mettere 3/4 gocce sulla mano umida e passarle nel pelo, oppure 6 gocce nell’acqua del bagno.
 
Per problemi respiratori si possono usare in aromaterapia gli Oli Essenziali di Eucalipto, Mirra, Timo e TeaTree (poche gocce). Questa miscela è utile nei casi di tosse, bronchite, faringite e in tutti i disturbi che colpiscono l’apparato respiratorio. Si possono anche mettere 5 gocce nel diffusore per ambienti due, tre volte al giorno.
 
 
Come scegliere gli Oli Essenziali
 
Le scritte che troviamo sulle confezioni come olio essenziale, essenza, essenza pura al 100% comprendono una vasta gamma di prodotti che spesso sono sintetici e non naturali. Per Olio Essenziale si intende esclusivamente un prodotto della distillazione in corrente di vapore (spremitura bucce nel caso degli agrumi), del materiale vegetale.
Quindi è bene sempre accertarsi della provenienza del prodotto e conoscere:
 

oli-essenziali-antiparassitari-naturali
 
Il nome italiano botanico
 
La parte della pianta usata
 
Il metodo di estrazione
 
Provenienza geografica
 
 

La dicitura “per uso alimentare” rappresenta una garanzia in più per poterlo utilizzare anche sulla cute; invece se l’indicazione è “essenza per ambienti” non deve essere usato sul pelo o sulla pelle di Cani e Gatti, poichè probabilmente è sintetico. Se viene venduto in vetro trasparente invece che scuro, non può essere autentico, gli OE si alterano con la luce e i contenitori devono essere scuri.
Attenzione alla data di scadenza poichè gli Oli Essenziali invecchiati diventano irritanti.
 
Per i motivi suddetti, sconsiglio di acquistare prodotti per animali a base di Oli Essenziali, poichè, normalmente, non offrono questo tipo di garanzia.
Si possono scegliere Oli Essenziali di marche sicure e affidabili che inoltre non testano su animali: Just Italia, Named, Specchiasol, ecc. .
 
N.B. E’importante sapere che gli Oli Essenziali, per il loro forte aroma, diminuiscono fino ad annullare, l’effetto delle cure omeopatiche. Non applicare sulla cute prima dell’esposizione ai raggi solari, poichè gli Oli Essenziali sono fotosensibilizzanti.

Non utilizzare mai un Olio Essenziale puro sulla superficie cutanea ma diluito in prodotti dermatologici come: oli, creme, unguenti e acqua

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicovablog.it

 
 

Oli Essenziali per cane e gatto: sono tossici?

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
 

Olio di Neem nel Gatto e Cane

Radicali Liberi nel Gatto e nel Cane

Anima di Gruppo negli Animali

Organi Emuntori nel Cane e Gatto

Naturopatia per Animali