Raffreddore gatto: rimedi naturali per malattie influenzali

Inserito in Malattie del GATTO

Raffreddore Gatto
 
Raffreddore gatto: rimedi naturali per malattie influenzali
 

Raffreddore gatto: rimedi naturali per malattie influenzali, un disturbo che si presenta solitamente con starnuti, prurito, scolo nasale e lacrimazione degli occhi, talvolta qualche colpo di tosse. Le cause potrebbero essere varie: un colpo d’aria, malattie respiratorie e/o intolleranze alimentari, allergie, affezioni virali, in tutti i casi è utile una sana prevenzione.

 

A volte si tratta di vere e proprie malattie da raffreddamento dovute a sbalzi di temperatura, a cui vanno molto soggetti i GATTI di casa che vivono in ambienti surriscaldati. Quando escono fuori d’inverno, inevitabilmente, hanno un’improvviso sbalzo termico. Se fosse questa la motivazione, si posso usare alcune terapie Omeopatiche e Fitoterapiche che agiscono velocemente come il Ribes Nigrum MSA o la Belladonna 5CH.

Per risparmiare al Gatto il trauma dell’aereosol, chiuso in gabbia, con un rumore che lo spaventa e lo spargimento sul manto del medicinale utilizzato, si può ricorrere ad una miscela di oli essenziali in aromaterapia, come O.E di Tea Tree o di Eucalipto.

L’alimentazione deve essere sempre molto delicata ma soprattutto naturale.
Se però il giorno dopo non si notano miglioramenti è bene far visitare il Gatto. Soprattutto per vedere se c’è un coinvolgimento delle basse vie respiratorie come bronchi o polmoni. Oppure una tonsillite in atto.
 

gattocicova-foglie

 
Rimedi Cure Naturali Raffreddore Gatto Omeopatia
 
Abbiamo a disposizione tanti trattamenti naturali utilissimi, per aiutare il PET raffreddato sia in Omeopatia, Fitoterapia e Integratori.. Immunostimolanti e Gemmoterapici.
 
cure-naturali-raffreddore-gatto
Principalmente i rimedi adatti al Raffreddore nel Gatto, mirano a rinvigorire la difesa più potente dell’organismo umano e animale: il Sistema Immunitario.
Possiamo inoltre, durante la fase della malattia più acuta, lenire i disagi provocati dai sintomi.

Come omeopatici possiamo utilizzare: Belladonna, oppure Homeogene 9 in presenza di laringiti e rossori alla gola, Corylia per la rinite anche allergica..

Per quanto riguarda la salute degli occhi, esistono colliri all’Euphrasia, alla Camomilla e anche al Mercurio e Belladonna. Questi ultimi prodotti dalla Weleda.

 
 

PARLIAMO DI..
 
SIN 44 Igeakos omeopatico utile sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica, SIN 44 si caratterizza per un’azione antinfiammatoria, antisettica ed analgesica.
Composizione:
– Aconitum Napellus 6-8-12-15 DH è indicato in caso di ipertermia da infezione virale o microbica, raffreddore con stato febbrile a brusca insorgenza, tachicardia e agitazione, nevralgie, reumatismi infiammatori, malessere, afonia e raucedine
– Belladonna 8 DH è elettivo in caso di processi flogistici con febbre improvvisa e poi oscillante, rossore, gonfiore, calore e dolore, prostrazione, raffreddore, difficoltà nel deglutire ed assenza di salivazione
– Alnus Glutinosa 4 DH è fondamentale nella sindrome influenzale e febbrile a carattere suppurativo accompagnata da reumatismo e dolori muscolari diffusi
– Bryonia Alba 6 DH è indicato nella sindrome febbrile adinamica con febbre a inizio progressivo e poi costante con dolori reumatici, cefalea e tosse con dolore al petto
– Eucalyptus Globulus 6 DH è d’aiuto nella sindrome influenzale con febbre intermittente, catarro e tosse con espettorazione difficile
– Lonicera Caprifolium 4 DH, Rosa Canina 4 DH e Ribes Nigrum 4 DH sono d’aiuto nelle sindromi influenzali e febbrili virali, riniti e congiuntiviti con astenia e debilitazione psico-fisica, freddolosità e stati di algidità, raucedine ed afonia
– Phytolacca Decandrea 6 DH è indicato nella sindrome pseudoinfluenzale e febbrile con faringe dolente, aumento di volume delle tonsille con edema, placche e dolori intensi, indolenzimento generale e congestione cefalica
– il nosode Hemophylus 8 DH detossifica in caso di infezione batterica ed Influenzinum 8 DH è indicato nella sindrome influenzale
– Phosphorus 8 DH, oligoelemento essenziale, è utile in caso di sindrome influenzale ed infettive con raucedine, freddolosità, dipnea, astenia ed iperestesia sensoriale.

 
 

PARLIAMO DI..
 
SIN 53 Igeakos, rimedio omeopatico composto, utile sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica. SIN 53 si caratterizza per un’azione antiallergica, antinfiammatoria e protettiva delle mucose.
Composizione:
– Carpinus Betulus 4 DH, Ribes Nigrum 4 DH e Rosa Canina 4 DH sono elettivi nelle sindromi rino-sinuso-bronchiali allergiche con tosse, pruriti e starnuti
– Euphrasia Officinalis 4 DH ed Ephedra Vulgaris 4 DH sono indicati in caso di oculorinite primaverile, congiuntivite di origine allergica, raffreddore da fieno con lacrimazione e bruciore, starnuti, prurito nasale, dispnea e cefalea vasomotoria
– Luffa Operculata 6 DH, Galphimia Glauca 4 DH e Sticta Pulmonaria 4 DH sono utili nelle sindromi allergiche per attività antiallergica e regolatrice vasomotoria
– Alnus Glutinosa 4 DH è d’aiuto nei processi flogistici e suppurativi delle mucose rinosinusale e tracheobronchiale con febbre e dispnea
– Echinacea Angustifolia 4 DH ed Uncaria tomentosa 6-9-12-15 DH sono indicati nelle infiammazioni ed infezioni recidivanti, nelle allergie e nell’asma allergica per azione antimicrobica, antiflogistica, antinfiammatoria ed immunostimolante
– Allergeni acari 8 DH, Allergeni animali domestici 8 DH, Allergeni polvere di casa 8 DH e Pollens 8 DH, pollini di diversa origine, sono indicati nell’asma allergica, nella febbre e nel raffreddore da fieno
– Histaminum 15-30 DH, biocatalizzatore, è indicato in ogni affezione allergica
– Litoterapici Calcopirite aurifera 8 DH, solfuro di rame e ferro con tracce di oro, Pirolusite 8 DH, ossido di manganese, ed Argentum nativum 8 DH hanno organotropismo per le mucose delle prime vie aeree con effetto antinfiammatorio, antisettico ed antiallergico
– Organoterapici “suis”, secondo l’Organoterapia, Bronchi 4 CH, Fegato 4 CH, Mucosa nasale 4 CH, Mucosa sinusale 4 CH, Rene 4 CH e Surrene 4 CH stimolano la funzionalità̀ per similitudine.

 
Soprattutto quando ci troviamo di fronte ad un Gatto raffreddato è bene fare attenzione agli sbalzi di temperatura. Umidificare i caloriferi ed evitare di farlo uscire a spasso in ore fredde. Bisogna inoltre evitare categoricamente il fumo passivo e aromi con profumi per ambiente, che irritano ulteriormente la mucosa nasale.

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicovablog.it

 
 

Raffreddore gatto rimedi naturali risolutivi, per malattie influenzali

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
 

Diarrea nel Gatto Cause

Intolleranza al Lattosio nel Gatto

Ernia Diaframmatica

Toxoplasmosi del Gatto

Corpo Estraneo Lineare nel Gatto