Spaccapietra estratto gatto cane: scioglie i cristalli di struvite e ossalati

Inserito in Fitoterapia

Spaccapietra Gatto Cane
 
Spaccapietra estratto gatto cane: scioglie i cristalli di struvite e ossalati
 

Spaccapietra estratto gatto cane: scioglie i cristalli di struvite e ossalati.. se si usa correttamente. Parliamo di un fitoestratto che rivela le sue innumerevoli virtù benefiche e direziona la sua azione guaritrice, soprattutto nei disturbi dell’apparato urinario/renale. Eccellente rimedio in caso di patologie oggi sempre più frequenti, negli animali domestici, come: cristalli di struvite, ossalati e di calcoli di ogni natura.

 
 
CRISTALLI di Struvite e Ossalati nel Gatto e Cane (Renella)
 
Una delle più frequenti cause di infiammazione dell’apparato urinario degli animali è la Renella. La Renella è un insieme di piccoli aggregati cristallini che possono formarsi all’interno dei reni e precipitare nelle vie urinarie e nella vescica, causando coliche o disturbi della minzione.
Rispetto ai veri e propri calcoli renali, la Renella è composta da granelli con un grado di durezza e aggregazione nettamente inferiore; di conseguenza, può essere espulsa più facilmente. Le cause sono molteplici, ma le più frequenti sono da ricercare in diete industriali, formulate con scarti e derivati addizionati di additivi chimici, soprattutto nel cibo secco (nemico dei reni). La presenza di cristalli nelle vie urinarie, porta a diversi disturbi, tra cui un’infiammazione della vescica: la cistite.
La sabbia renale è composta da due tipi di sedimenti urinari: Struvite e Ossalati che talvolta possono coesistere.
 
STRUVITE: un minerale che si forma per aggregazione di cristalli di ammonio, fosfato e magnesio.
OSSALATO: un minerale che si forma per aggregazione di calcio e acido ossalico.
 
Quando queste formazioni dure e cristalline raggiungono dimensioni significative, insorgono disturbi come irritazione alle vie urinarie, ematuria (sangue nelle urine) e danni renali.
Per quanto riguarda l’influenza della dieta sul pH urinario, si hanno tipicamente urine acide nelle diete ricche di carne, specie se conservata, e urine alcaline nelle diete ricche di verdura.

In ambedue i casi, oltre i rimedi naturali per la cistite, Erba Spaccapietra è il fitoetratto di prima scelta, efficace nelle urolitiasi di qualsiasi natura. Spaccapietra nel Cane va utilizzata in compresse o gocce, esiste anche sottoforma di tisana, ma si è visto che può portare alterazioni elettrolitiche.

IN REALTA’ LE ERBE SPACCAPIETRA SONO DUE CEDRACCA E FILLANTO

CEDRACCA (Ceterach Officinarum)
Nome botanico: Ceterach Officinarum
Nomi comuni: Cedracca, Spaccapietra
Famiglia: Polypodiaceae / Aspleniaceae

Comune nell’Europa centro-occidentale e meridionale.
Cresce sui muri e sulle rocce, in altopiani alpini e prealpini.

 
Cedracca, deriva dalla voce latina “Ceterum = il resto, il rimanente”. Intendendo per tale, tutto ciò che l’organismo non riesce ad espellere e che rimane soprattutto nei reni e nella vescica (calcoli, renella, ecc.). Questa pianta si annida nelle pietre delle rupi e in quelle dei muri, riuscendo a frantumarle lentamente. Per questo che viene chiamata Spaccapietra.

Già nell’antichità veniva usata per disgregare i calcoli, provenienti proprio dai “resti” non portati via con l’espulsione dei liquidi, evidentemente saturi di sali e quindi incapaci di scioglierli totalmente.
Dobbiamo ricordare anche l’altro nome del Ceterach, ovvero “Erba dorata”. Poiché questo termine indica la sua tendenza a nascere rivolta all’alba od al tramonto. Quando cioè, i raggi del Sole non sono verticali e sono i momenti dell’ascesa e della discesa. Nascita e morte in senso Spirituale, poiché entrambe le condizioni, portano in se l’altro termine dualistico. E niente come il Sole che le compie in breve tempo, ci mostra questo ciclo inarrestabile.

 
 
FILLANTO (Phyllanthus Niruri)
Il Fillanto il cui nome botanico è Phyllanthus Niruri è un’altra pianta Spaccapietra. Il suo habitat è quello delle aree tropicali in aree forestali sempreverdi e montane inferiori.
La droga è costituita dalle foglie e dalle parti aeree; fra i principali principi attivi presenti, ricordiamo:
Alcaloidi; Flavonoidi; Lignani; Triterpeni; Steroli.

Il Fillanto possiede diverse azioni terapeutiche, ma sicuramente la più consistente, riguarda l’efficacia di questa pianta a carico dell’apparato renale, ove svolge attività disgregativa e preventiva nei confronti delle calcolosi a vari livelli, e quindi anche sulle basse vie urinarie. Inoltre rilassa la muscolatura liscia del tratto genito-urinario, ne riduce lo stato infiammatorio e il dolore grazie alla sua azione antispasmodica favorendo l’espulsione dei calcoli. Svolge azione antinfiammatoria, attività diuretica e antiossidante.
Il principio attivo dell’astragalina, presene nel Fillano, aumenta l’attività dei macrofagi, contribuisce all’innalzamento delle difese immunitarie. Un ruolo non meno importante viene svolto da limonene e p-cimene (terpeni ad azione diuretica), lupeolo ed acido ellargico (antiossidanti), fillantina e ipofillantina (epatoprotettive), tannini, alcaloidi e saponine (antinfiammatori e antiossidanti).

Le parti utilizzate sono le foglie. La Spaccapietra oltre ad avere evidenti proprietà disgreganti sui calcoli renali e vescicali, ha attività: diuretica, drenante, mucolitica, espettorante e fluidificante del catarro.

Erba Spaccapietra.. un potente fitoestratto, sconosciuto ai medici tradizionali, utilissimo nei Cani e Gatti, per la risoluzione di Calcoli, Cristalli e Sedimenti Urinari.
Nei casi cronici e più ostinati, si può utilizzare insieme ad altri trattamenti naturali, adatti a questo tipo di disturbo. Efficace in fasi acute e croniche, ma anche come metodo preventivo per evitare ostruzioni delle vie urinarie sempre più frequenti, specie in Cani e Gatti che mangiano cibi sintetici confezionati, i cui residui tossici, rimangono a lungo nell’organismo.

E’ un’erba selvatica dall’azione antinfiammatoria e diuretica. Il suo effetto benefico, unico nel suo genere, è quello di eliminare le ostruzioni che possono formarsi nel tratto urinario, distruggendo completamente i calcoli di ogni tipo.
Spaccapietra nel Gatto e Cane va spesso abbinata ad altri rimedi naturali,scelti in base alla situazione in essere e alla gravità o persistenza del problema. Inoltre va sempre congiunta ad assunzione di acque pure, prive di sedimenti per favorire il drenaggio emuntoriale.
Ecco perchè non è possibile formulare dosaggi standard uguali per tutti.
 
 
UTILITA’ PRATICA dell’Erba Spaccapietra
 

  • Calcoli renali e vescicali
  • Struvite Cristalli e Renella
  • Ritenzione urinaria
  • Drenante e Diuretico
  • Bronchite
  • Catarro nelle vie respiratorie
  •  
     
    Al fine di espellere la renella e prevenirne la formazione, è opportuno che la terapia sia accompagnata da una dieta sana basata su alimenti esclusivamente naturali non manipolati, trattati in alcun modo o adulterati chimicamente, possibilmente crudi o semicrudi, più l’assunzione di abbondante acqua minerale naturale con pochi sedimenti, per facilitare l’azione di drenaggio, di depurazione e di stimolo della diuresi, della Spaccapietra.
    Si utilizza come principio attivo di base per frantumare i calcoli di ogni tipo, ma sia la dieta naturale e sia l’integrazione cambia decisamente, a seconda che si tratti di calcoli e di cristalli di ossalato o di struvite.
     
     
    La Spaccapietra è utile anche per contrastare dissenteria e coliche, diabete, febbre e mal di gola, grazie alla sua attività antivirale e antipiretica.
    Disintossica fegato e reni.. con Spaccapietra le scorie che si accumulano in quest’organo vengono gradualmente eliminate, migliorando la funzionalità epatica.
    Questa erba è un presidio naturale indicato per abbassare i livelli di zuccheri nel sangue e quelli del colesterolo.
     
     
    N.B. Si tratta di un principio attivo e quindi i dosaggi di Spaccapietra nel Gatto e Cane vanno personalizzati in base alla tolleranza individuale, soprattutto nei Gatti che sono particolarmente sensibili, rispetto al Cane, alle sostanze introdotte nel loro organismo.
    Da tenere sempre a portata di mano in caso di animali che tendono ad avere alterazioni del pH urinario e tendenza alla formazione di cristalli vescicali e renali.
    Come tutti gli integratori e i fitoestratti, anche Spaccapietra, NON va usata in caso di disturbi gastro-intestinali, e va assunta a stomaco pieno.
    Le capsule contenenti Estratto Secco oppure le Gocce (a cicli da valutare), sono la scelta più adatta poichè, le tisane diuretiche, possono determinare importanti turbe elettrolitiche.
     
    I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.
     
    Grazia Foti
    Naturopatia Integrata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Spaccapietra estratto gatto cane: scioglie i cristalli di struvite e ossalati

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
     

    Fiori di Bach nel Gatto

    Acerola nel Gatto e nel Cane

    Rescue Remedy nel CANE

    L’Artiglio del Diavolo

    Aloe nel Cane Fitoterapico