Curcuma nel CANE Disturbi Epatici e Osteoarticolari

Inserito in Fitoterapia, Integratori

La Curcuma nel Cane ha un particolare organotropismo per il fegato e le vie biliari, organi verso i quali esplica un’azione epato protettrice stimolando la secrezione di bile. La Curcuma nel Cane ha un’azione antinfiammatoria che la rende attiva in artriti, osteoartriti, artrosi e dolori muscolari, anche in fase acuta; ha effetto positivo anche nei tumori soprattutto intestinali.

 
Curcuma nel CANE
 
Curcuma nel CANE Disturbi Epatici e Osteoarticolari
 
La Curcuma Longa fa parte della famiglia “Zingiberaceae” ed è una pianta erbacea perenne dal tipico rizoma di colore GIALLO. Originaria dell’India, Pakistan, Indonesia e dell’Asia Meridionale, viene coltivata anche in Africa, Antille, Giamaica e Brasile.
La pianta contiene minerali come: Zinco, Rame, Ferro, Manganese e Magnesio.
 
La CURCUMINA è il principio attivo più importante della Curcuma che viene estratta e concentrata per trattare naturalmente numerose di malattie. L’abbinamento del pepe nero, anche solo 3% in peso rispetto alla Curcuma, potenzia notevolmente gli effetti della Curcuma e ne facilita di gran lunga la bio-disponibilità.

La Curcuma che ha proprietà antitumorali, sembra avere un potenziale maggiore nei tumori del tratto gastrointestinale rispetto agli altri organi, come ad esempio il Linfoma Intestinale oggi molto frequente nei Cani e nei Gatti e in generale ha azione antiangiogenetica, antiossidante e antinfiammatoria

Parliamo di una sostanza che focalizza il suo tropismo maggiormente a livello epatobiliare svolgendo sul fegato una azione: coleretica, colagoga, colecistocinetica ed epato-protettiva.
L’efficacia maggiore che si osserva somministrando preparati di Curcuma o Curcumina è infatti quella sulla funzione epatica, che induce un aumento della peristalsi biliare. La bile contiene elementi che vengono depurati ed eliminati dal fegato , ed elementi che vengono formati direttamente dal fegato perchè necessari alla digestione.
Gli infusi, i decotti, gli estratti e le tinture di Curcuma attivano la secrezione biliare e calmano i fenomeni dolorosi di origine epatica, producendo buoni risultati nella calcolosi biliare, nelle epatiti, nelle coliche epato/biliari, nelle colecistiti. La Curcuma nel Cane è quindi da prendere in considerazione ogniqualvolta si voglia lavorare sul fegato.
Studi scientifici approfonditi hanno dimostrato una sua attività antitumorale e anti degenerativa, con l’inibizione del fattore NF-KB, coinvolto nella patogenesi di molte neoplasie e la capacità di rallentare malattie neurologiche degenerative come la demenza senile, a cui vanno soggetti tlvolta i cani anziani.
 
 
Utilità della Curcuma nel Cane
 

  • Depurazione e Disintossicazione generale
  • Antiallergico azione frenante delle interleuchine
  • Antimicrobico
  • Antinfiammatorio in presenza di artrite, disturbi intestinali, mal di gola, mal di denti
  • Antiepatotossico, stimolatore della secrezione biliare e rivitalizzante del fegato
  • Antitumorale
  • Immunomodulatore
  • Antiossidante
  • Protettivo e rinforzante della cartilagine
  • Antielmitico contro i parassiti intestinali
  • Ipocolesterolomizzante
  • Ipoglicemizzante
  • Antidolorifico nelle infiammazioni articolari, specie se associata alla Bromelina e/o MSM
  •  
     
    Il principio attivo della Curcuma (Curcumina), si è dimostrato un potente antiflogistico naturale, contrastando le infiammazioni come: artriti, osteoartriti, artrosi, condrocalcinosi, dolori muscolari, dolori post-chirurgici, congiuntiviti.
    Contrasta i radicali liberi non enzimatici, similmente alle vitamine A, C, E, ma con effetti molto superiori.

    La Curcuma nel Cane riduce l’indice glicemico: favorisce la diminuzione degli zuccheri nel sangue per un aumento della produzione di insulina, e quindi permette di evitare i picchi glicemici

    Per la sua azione coleretica (aumento della secrezione di bile senza modificarne la composizione), la Curcuma stimola la contrazione della colecisti e ha la proprietà di aumentare la produzione di bile ed acidi biliari, ha una forte azione di contrasto all’iperlipemia, riduce i trigliceridi e inibisce l’aggressione piastrinica per questo può essere convenientemente utilizzata come presidio preventivo per gli anziani ed i soggetti a rischio trombosi , quali obesi, fumatori, persone con stasi venosa periferica.
    Solitamente si prescrive la Curcuma nel Cane in estratto secco come stimolante energetico, stomachico, carminativo, diuretico, antiscorbutico e nei disturbi epato-biliari, anti-itterico. Ha inoltre proprietà diuretiche, diaforetiche, carminative e antielmintiche; all’esterno si impiega nelle oftalmie catarrali e purulente.

    Efficace nell’ atonia intestinale, negli eczemi, nell’artrite e all’esterno.. nel raffreddore, negli ascessi, nelle oftalmie purulente

    Precauzioni d’uso
     
    – La Curcuma nel Cane per l’effetto anticoagulante, può inibire l’aggregazione piastrinica e deve essere utilizzata con cautela negli animali che assumono farmaci anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici e/o quando il Cane deve subire un intervento chirurgico
    – Può inoltre interferire con farmaci per il diabete e antiacido
    – Usare con cautela se si è in presenza di occlusione delle vie biliari, sabbia o calcoli biliari
    – Non usare in presenza di calcoli di ossalato
    – Attenzione ai dosaggi in Cani cardiopatici, per l’effetto stimolante
    – Può provocare diarrea poichè stimola la peristalsi intestinale, in quel caso sospendere e riprovare diminuendo la posologia
    – Evitare durante la gravidanza
    – Non utilizzare prodotti contenenti Curcuma in caso di problemi gastrici specie in fase acuta.

    La Curcuma aggiunta nel cibo non ha alcun effetto terapeutico poichè è una molecola scarsamente bio-disponibile.. per cui se assunta oralmente come spezia, gli effetti curativi sono nulli. L’emivita dopo somministrazione di un integratore a base di Curcuma, varia dalle due alle otto ore. In base a questi elementi quando si intende utilizzare la Curcuma nel Cane è bene scegliere aziende del settore che tramite processi di lavorazione e l’aggiunta di determinati enzimi proteolitici ne favoriscono l’assorbimento e pianificare dosaggi e somministrazione con operatori del settore.

     
     
    Grazia Foti
    Naturopata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Curcuma nel CANE Disturbi Epatici e Osteoarticolari

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

    MSM nel Gatto Alchimia Naturale

    Ascorbato di Potassio

    Burro Ghee per gli Animali

    Colostro nel Gatto e Cane

    Taurina nel Gatto Aminoacido