Come Agisce la Medicina Antroposofica per Cani e Gatti ?

Inserito in Terapie Integrate

La Medicina Antroposofica per Cani e Gatti rappresenta una possibilità terapeutica che si avvale di preparazioni omeopatizzate molto efficaci, sia per l’uomo, che per gli Animali. La particolarità di questa tecnica curativa rispetto ad altre, è che considera non solo corpo e mente, ma anche lo spirito.

 
Medicina Antroposofica per Cani e Gatti
 
Come Agisce la Medicina Antroposofica per Cani e Gatti ?
 
La Medicina Tradizionale lavora ad azione meccanica sul Corpo. La Medicina Omeopatica lavora ad azione vibratoria sul Corpo, Terreno e Psiche. Invece la Medicina Antroposofica lavora sul Corpo, Terreno, Psiche e Spirito.
 
 
Cosa s’intende per spirito?
 
Tutto ciò che di evolutivo, fa parte della dimensione umana, animale, vegetale e minerale, non visibile, ma intuibile e percettibile. Che esiste su un piano vibrazionale poco denso e poco meccanico.
La materia spirituale, è più rarefatta rispetto a quella fisica, ma ha un peso considerevole, nell’equilibrio salute e malattia. Lo spirito che informa la coscienza, è eterno ed è destinato ad evolvere attraverso l’esperienza acquisita in qualsiasi regno di natura. Mentre la materia è soggetta a disgregazione completa.

La Medicina Antroposofica cura i disturbi, alla luce dei corpi sottili che di fatto esistono anche negli animali. Seppur in maniera diversa rispetto all’uomo

Fondata da Rudolf Steiner e Ita Wegman (medico), la Medicina Antroposofica, alla luce della “Scienza dello Spirito”, basa il suo assunto sul collegamento tra la vita organica sulla Terra e l’Universo. Attraverso la presenza attiva di corpi sottili non visibili a occhio nudo che compenetrano il corpo fisico denso, di forze vitali necessarie alla vita.

Chiariamo subito che Rudolf Steiner NON era un medico, ma un uomo di vasta cultura. Era dotato di capacità di veggenza e attitudine a penetrare i misteri delle cronache Akasciche.
 
 
Tuttavia, dato che l’uomo medio comune, ha una coscienza di MASSA, crede a ciò che gli viene proposto dal gregge. E in quello che viene divulgato dai mass media, per cui si è creata una difficoltà oggettiva, nel divulgare questo tipo di medicina. La quale è rimasta per molto tempo, ad appannaggio di un’èlite di medici e personaggi cuturalmente elevati e fortemente individualizzati. Che si distinguevano dal branco.

Il gruppo elitario di medici, venne all’epoca istruito da Steiner, circa l’uso della Medicina Antroposofica. Accade attraverso conferenze (editate da Antroposofica editrice). Tra questi medici c’era anche Ita Wegman (anche lei veggente), che insieme a Steiner diede luogo all’avvio di questa meravigliosa tecnica curativa. Intrecciata a tutta la complessità costitutiva, degli esseri viventi, fondando due aziende farmaceutiche come la Wala e la Weleda.

 
 
La Medicina Antroposofica, attribuisce un valore spirituale alla malattia
 
“Osservando la natura possiamo notare che gli esseri viventi più evoluti sono quelli più facilmente soggetti ad ammalarsi e che la possibilità di sviluppare una patologia aumenta parallelamente alla coscienza e alla ricchezza di vita interiore dell’organismo.”
L’uomo, in particolare, è tra gli esseri viventi, quello più fragile e maggiormente predisposto alle malattie.
 
 
Corpi Sottili
 
Per comprendere la Medicina Antroposofica è bene sapere che l’Uomo oltre all’esistenza misurabile e visibile del Corpo Fisico Denso è soggetto all’attività incessante, di altre parti costitutive, detti Corpi Sottili, che sono:
– il Corpo Eterico (il corpo che collega gli organi alla forza vitale universale)
– il Corpo Astrale (il corpo costituito dalle emozioni)
– l’Io anche detto Corpo Mentale (il corpo costituito dall’autocoscienza)
 
Le Piante hanno un Corpo ETERICO.
Gi Animali hanno Corpo ETERICO e Corpo ASTRALE
L’Uomo ha il corpo ETERICO, il corpo ASTRALE e l’IO
L’Io, contraddistingue l’essere umano, dotandolo di auto-conoscenza, autodeterminazione e potenzialità di evoluzione interiore.
 
 
I rimedi curativi Antroposofici, utilizzando anche dinamizzazioni omeopatiche, sono studiati per regolare l’equilibrio di queste forze che strutturano i corpi sottili.
Guardando oltre questi schemi, che per definizione non possono e non devono essere rigidi e limitanti, chi ha avuto modo di osservare alcuni animali che sono decisamente più evoluti rispetto ad altri, può notare che è in atto una presa di coscienza e quindi un accenno dell’IO tra di loro.

Alcuni Antroposofi (ma non Steiner) escludono questa possibilità. Parlano di un “imprinting” dell’animale, che tiene collegato un animale, esclusivamente ad un “anima di gruppo”, considerando un Cane o un Gatto alla stregua di un pollo. Invece altri Antroposofi (generalmente quelli che hanno condiviso la vita con Gatti e Cani), riconoscono un forma di processo evolutivo nel regno animale che differenzia tra loro, individui della stessa specie.
Tuttavia chi ha avuto di fatto, esperienze con tanti animali, può verificare in ogni individuo, di determinate specie, quali: gatto, cavallo, cane, elefante, delfino.. una propria personalità ben definita. E uno stato di coscienza visibile, seppur lontano dall’autocoscienza dell’uomo, accompagnato da un progredire dallo stato selvatico allo stato di controllo vero e proprio sugli istinti.
Non a caso ogni animale risponde in maniera diversa ad un rimedio curativo e necessita di una terapia personalizzata.
 
 
E’ proprio l’uomo ad avere la responsabilità di aiutare gli animali nel processo evolutivo attraverso lo scambio di una vera propria forza vibrante che è l’Amore che si attua nella fase di “addomesticamento”. Spesso accade che le forze spese per conquistare un certo stadio evolutivo possano rendere l’animale più vulnerabile alle malattie.

 
Strategie Terapeutiche e Aziende Antroposofiche
 
Anche nella Medicina Antroposofica per Cani e Gatti.. l’intervento terapeutico prevede l’utilizzo di farmaci basati su sostanze tratte da minerali, piante o animali, preparati e somministrati attraverso procedure specifiche.
Per sostenere lo sviluppo interiore dell’individuo la medicina Antroposofica attribuisce un grande valore alla pedagogia curativa e alla terapia
artistica che include l’euritmia curativa, l’arte della parola, la musicoterapia, la pittura e il modellaggio.

La scelta e la preparazione dei medicinali Antroposofici si fondano sull’uso di materie prime ricavate dai regni della natura. Secondo un principio di affinità evolutiva, sulle regole della farmacopea ufficiali, sull’esperienza dei medici Antroposofi, sul rispetto delle norme di buona fabbricazione e della deontologia professionale dei farmacisti. La qualità delle materie prime di origine vegetale è garantita dall’utilizzo di piante coltivate con metodi biodinamici o biologici o cresciute in aree incontaminate.
I criteri biodinamici sono rispettati anche per l’allevamento degli animali. Tali metodi sono coerenti con criteri di compatibilità e sostenibilità ambientale.
 
 
Tipici della farmacopea antroposofica, su indicazioni di Steiner, preparati come i Metalli Vegetabilizzati, in cui il metallo spesso difficile da metabolizzare, utilizza la pianta come veicolo, per essere assimilato dall’organismo. Per cui le piante vengono coltivate in terreni arricchiti dal particolare metallo che si intende far assumere.
 
 
La Medicina Antroposofica considera elementi essenziali di una vera cura: la libertà di scelta del paziente, la libertà di prescrizione del medico e lo sviluppo di un’alleanza terapeutica fondate sulla fiducia e lealtà
reciproche.
Le aziende farmaceutiche Antroposofiche sono la Wala e la Weleda.

Le aziende di farmaci Antroposofici Wala e Weleda NON testano su animali

Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicovablog.it

 
 

Come Agisce la Medicina Antroposofica per Cani e Gatti ?

 
 

POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
 

Litoterapia Dechelatrice

Omotossicologia Gatto e Cane

Spagiria nel Gatto e nel Cane

Micro Immunoterapia

Catene Causali H. Schimmel