Struvite nel Cane Rimedi Naturali Cristalli e Renella Migliori 6

Inserito in Malattie del CANE

Struvite nel Cane
 
Struvite nel Cane Rimedi Naturali Cristalli e Renella Migliori 6
 

Struvite nel Cane Rimedi Naturali Cristalli e Renella Migliori 6. LUTD cause e prevenzione, di una condizione alterata dell’apparato urinario costituita dalla presenza di cristalli di Fosfato di Ammonio e Magnesio. Solitamente lo stato di dismicrobismo intestinale è direttamente collegato a questa condizione patologica infiammatoria e infettiva, che provoca fastidiosi sintomi di cistite, ritenzione urinaria e talvolta urolitiasi del Cane.

In caso di disbiosi accade che determinati BATTERI detti “ureasi positivi”, in grado di trasformare l’urea contenuta nell’urina in ammoniaca, prendono il sopravvento nella popolazione microbica del colon. E possono raggiungere la vescica passando attraverso l’uretra. Oppure si propagano per transfert, da organi vicini.
La trasmutazione dell’urea in ammoniaca, libera Fosfato, Magnesio Ammonio, che in presenza di alcalinità elevata, tenderanno ad aggregarsi formando minerali di Struvite.
L’ammoniaca è alcalina, quindi l’urina infettata da questi batteri, avrà un pH elevato e un odore ammoniacale. Inoltre questi specifici batteri, posseggono l’enzima UREASI che scinde la normale urea urinaria, in anidride carbonica ed ammoniaca. Per cui OSTACOLANO la solubilità degli ioni di Fosfato e di Magnesio, che sono costituenti dei cristalli di STRUVITE.
Il precipitato nell’urina, di questi cristalli, tra l’altro molto taglienti (simili alla lana di vetro), può graffiare vescica e urotelio. Ciò provoca sanguinamento, infiammazione e maggior facilità di attecchimento dei batteri ai tessuti sottostanti.
Alcuni tra i germi ureasi positivi più comuni sono: Proteus, Klebsiella Pneumoniae, Staphilococco Aureus, Pseudomonas Aeruginosa, Serratia marcescens, Ureaplasma urealyticum, Mycoplasma. Pseudomonas e Proteus sono i batteri che hanno la capacità urealitica maggiore rispetto agli altri.
 
 
La disbiosi intestinale cronica, dovuta ad una scorretta alimentazione, solitamente industriale, favorisce la preminenza dei batteri ureasi positivi.
Quindi contrariamente a credenze, in caso di Struvite nel Cane NON sono i minerali ad essere in eccesso, ma è di fatto l’ureasi batterica che impedisce ai minerali di dissolversi. Favorendo la precipitazione e la cristallizzazione degli stessi.
Questi cristalli, chiaramente nel tempo possono organizzarsi in calcoli, la base, della nefrolitiasi del Cane.
L’equilibrio della normale flora batterica intestinale è deputato all’alimentazione: la dieta e la quantità di assunzione di liquidi sono fattori importanti nello sviluppo di cristalli e calcoli.
Il CANE che si alimenta male, cioè con alimenti industriali, che inevitabilmente portano prima o poi, ad un stato disbiotico cronico del tratto digerente, è soggetto a STRUVITE.

I cibi industriali, un mix di additivi chimici e sostanze dannose di provenienza dubbia, mantengono uno stato costante di infiammazione a visceri e vie urinarie, per la presenza di conservanti coloranti, micotossine, metalli pesanti e tantissimi altri additivi chimici, impossibili da digerire per i cani e per chiunque ne venga a contatto con essi, causano un metabolismo alterato che libera tossine.

Inoltre batteri del genere Proteus oltre che avere il sopravvento in caso di disbiosi intestinale dovuta al cibo industriale, sono favoriti da terapie antibiotiche prolungate.
La cistite, la pielonefrite e l’urolitiasi, sono le infezioni più ricorrenti mediate da Proteus.
(Proteus è uno di quei batteri che maggiormente possiede l’enzima UREASI. Questo enzima scinde la fisiologica urea urinaria in anidride carbonica ed ammoniaca, ostacolando la SOLUBILITA’ degli ioni di fosfato e di magnesio, che sono costituenti dei cristalli di struvite).
 
 
LUTD del Cane
 
L’acronimo LUTD (Lower Urinary Tract Diseases) comprende un insieme di patologie che colpiscono il tratto Urinario inferiore dei Cani, in cui cause di natura ostruttiva (Cristalli, Calcoli, Struvite) e non.. provocano disturbi ricorrenti della minzione. Nel Cane, la LUTD è principalmente causata da infezioni batteriche (UTI,
Urinary Tract Infections) e/o litiasi e che sono più comuni in età avanzata.
Le infezioni batteriche sono localizzate con maggior frequenza a livello vescicale (cistite) nella femmina e
vescicale/prostatico/uretrale (cistite/prostatite/uretrite) nel maschio.
L’Escherichia Coli uropatogeno (UPEC), è il batterio più presente nelle infezioni alla vescica e alla prostata: entra nelle cellule e vi si incista, dando un’infezione e un’infiammazione croniche (Comunità Batteriche Intracellulari). Nascosto dentro le cellule uroteliali o prostatiche E.Coli, non è più attaccabile né dalle difese immunitarie, né dagli antibiotici.
Per curare la LUTD si deve lavorare sul microbiota e sul cervello viscerale, con alimentazione naturale adeguata, probiotici e prebiotici di alta qualità, riduzione dello stress, ecc.. Erba Spaccapietra è il fitoetratto di prima scelta, efficace in questa patologia.
 
 

gattocicova-foglie

 
 
Struvite nel Cane Cure Naturali Integrate
 
Dall’analisi delle urine possono evidenziarsi i cristalli di Struvite, anche se, quando i calcoli si sono formati, non è detto che si trovi la presenza di cristalli.
Per una diagnosi più completa a volte è bene fare un’ecografia che non rappresenta per il pet un esame invasivo.
rimedi-cure-naturali-struvite-cane
 
Utilizzare alimentazione esclusivamente naturale biologica
 
Idratare la vescica con abbondante assunzione di liquidi (eventualmente anche per Ipodermoclisi)
 
Integrare con i Probiotici di qualità accertata
 
Usare rimedi naturali che favoriscono la diuresi e disgregano i cristalli come Erba Spaccapietra.
 
In presenza di Struvite la Vitamina C è un integratore di ottima scelta, a patto che non si ecceda nei dosaggi, e nel tempo di somministrazione. Consiglio brevi cicli.
 
 
PARLIAMO DI…
 
SIN 15 Igeakos rimedio omeopatico efficace in caso di: Cistiti, Uretriti, Cistopieliti, Pielonefriti, Uretroprostatiti, Renella con ematuria, Disuria, Stranguria Piuria Nicturia. Utile sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica, SIN 15 si caratterizza per un’azione antinfiammatoria, antispastica ed antisettica urinaria.
Composizione:
Apis Mellifica 8 DH, Bacinetto Renale 4 CH, Belladonna 10 DH, Berberis Vulgaris 4 DH, Betula Verrucosa 4 DH, Calluna Vulgaris 4 DH, Cantharis 10-15 DH, Chimaphila Umbellata 4 DH, Coccus Cacti 8-10 DH, Equisetum Arvense 6 DH, Fagus Sylvatica 4 DH, Formica Rufa 6 DH, Juniperus Communis 4 DH, Mercurius Corrosivus 10 DH, Pareira Brava 10 DH, Petroselinum Sativum 6 DH, Populus Nigra 4 DH, Pyrogenium Suis 30 DH, Rene 4 CH, Sabal Serrulata 4 DH, Sarsaparilla 8 DH, Senecio Vulgaris 4 DH, Solidago Virga Aurea 6 DH, Uncaria Tomentosa 6-9-12-15 DH, Uretere 4 CH, Uretra 4 CH, Uva Ursi 6 DH, Vaccinium Myrtillus 4 DH, Verbascum Thapsus 8 DH, Vescica 4 CH.
Utilità omeopatica:
– Cantharis 10-15 DH e Populus Nigra 4 DH sono elettivi nelle infezioni e infiammazioni dell’apparato urinario con reflusso vescico-uretrale, dolori lombari, dolori spasmodici, bisogno continuo di urinare, stranguria, ematuria, oliguria con urina scura, pollachiuria, manifestazioni disuriche e tenesmo
– Betula Verrucosa 4 DH è indicato in caso di ritenzione idrica e renella
– Berberis vulgaris 4 DH è utile in caso di uretrite con dolori da contusione nella regione renale che si irradiano agli ureteri, litiasi renale con oliguria ed edemi da eccessivo trattenimento di liquidi
– Belladonna 10 DH è indicato in caso di spasmi viscerali improvvisi e iperalgici
– Juniperus Communis 4 DH ed Uva ursi 6 DH evidenziano un’azione antinfiammatoria ed antisettica utile nelle cistiti, cistopieliti, uretriti e pielonefrite acute e recidivanti con disuria e piuria
– Vaccinium Myrtillus 4 DH è indicato nelle affezioni catarrali delle mucose
– Calluna Vulgaris 4 DH è elettivo nei processi degenerativi e nelle affezioni in via di degenerazione amiloide a carico del rene, nella disuria, piuria e calcolosi delle vie urinarie
– Apis Mellifica 8 DH è elettivo in caso di edemi e sindrome infiammatoria delle mucose urogenitali con dolori pungenti e brucianti
– Pyrogenium Suis 30 DH (nosode), è utile negli stati settici e febbrili anche tendenti alla suppurazione
– Organoterapici “suis”, secondo i principi dell’Organoterapia, Bacinetto renale 4 CH, Rene 4 CH, Uretere 4 CH, Uretra 4 CH e Vescica 4 CH stimolano la la funzionalità per similitudine.
 
(NON usare gocce alcoliche in caso di: gastrite, reflusso, nausea e vomito)
 
 
PARLIAMO DI…
 

  • BERBERIS: Disturbi Urinari: Cistiti con dolori pungenti della vescica e urine torbide con sedimento scuro, diuresi scarsa e ritenzione idrica, violente e dolorose coliche e calcoli renali
  •  

  • PAREIRA BRAVA: drenaggio vescicale nella cistite cronica del gatto e cane. Il rimedio Pareira in forma omeopatica esercita un’importante azione soprattutto a livello del sistema urinario, in caso di irritazione vescicale con oliguria e con dolori spastici analoghi a quelli della litiasi urinaria; provoca inoltre un miglioramento clinico sui dolori genitali di tipo spastico. E’ indicata in caso di: stimolo continuo alla minzione, anche se l’urina è scarsa ed emessa con grande sforzo; dolori spastici e coliche vescicali simili a sensazione di forte tensione alla vescica.
  •  
     
    PARLIAMO DI…
     

  • CALUNNA VULGARIS (Erica): ha proprietà diuretiche e favorisce l’eliminazione di acido urico, acido ossalico e urea All’Erica vengono attribuite le seguenti proprietà: diuretiche, antireumatiche, antisettiche, astringenti e antinfiammatorie. Le principali indicazioni terapeutiche dell’erica riguardano il trattamento di infiammazioni delle vie urinarie, cistiti, uretriti e litiasi uratica. L’utilizzo dell’erica risulta utile per eliminare urea, acido urico e tossine dall’organismo, grazie sia alla sua azione diuretica che ai tannini che contiene.Per questo motivo l’erica è usata contro la ritenzione idrica o per pazienti affetti da obesità, che hanno una necessità maggiore di eliminare le sostanze tossiche. Inoltre, la pianta di erica ha anche proprietà leggermente sedative, dovute alla presenza dei flavonoidi, utili contro l’insonnia.

    (NON usare in caso di: gastrite, reflusso, nausea, vomito e diarrea)

  •  
     

  • BETULA PUBESCENS è uno dei diuretici più efficaci in quanto è un potente eliminatore di cloruri, dell’urea e dell’acido urico. È inoltre il fitoestratto migliore, nel favorire il ricambio cellulare di sodio e potassio. Viene impiegata anche in caso di reumatismi, calcolosi, nefrite, albuminuria (perdita di proteine con le urine), gotta e aumento del colesterolo nel sangue.

    (NON usare in caso di: gastrite, reflusso, nausea, vomito e diarrea)

  •  
     

    LA VITAMINA C NATURALE è un efficace acidificante delle urine. E’ utile fare dei cicli di vitamina C, ma deve essere prodotta da un’azienda affidabile, non deve contenere additivi chimici e va usata tenendo presente che il dosaggio varia molto.. da cane a cane!
     
     
    Bisogna tenere presente che se si vuole curare con successo una malattia è bene sempre partire dalla causa primaria, mentre nella Struvite nel Cane solitamente si cura solo l’effetto e infatti la remissione dei sintomi è solo temporanea.
    Ricordo inoltre che i minerali di Struvite nel Cane, derivano da una condizione patologica di base, che se non viene corretta, determina la coazione a ripetersi dell’urolitiasi e della formazione di cristalli urinari. Ecco perchè usare acidificanti delle urine senza agire sulla flora batterica intestinale, non ha senso.
     
     
    I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.

     
     
    Grazia Foti
    Naturopatia Integrata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Struvite nel Cane Rimedi Naturali Cristalli e Renella Migliori 6

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE…
     

    Sete Eccessiva nel Cane

    Ipotermia nel Gatto e nel Cane

    Calcoli urinari del Cane

    Ascite nel Cane Sintomi

    Congiuntivite nel Cane