Congiuntivite nel gatto: Cause, cura e rimedi naturali

Inserito in Malattie del GATTO

Congiuntivite Gatto
 
Congiuntivite nel gatto: Cause, cura e rimedi naturali
 

Congiuntivite nel gatto: Cause, cura e rimedi naturali (supporto Occhi). Colliri omeopatici e altri trattamenti per una infiammazione della “congiuntiva oculare” (membrana mucosa dell’occhio), di origine Batterica, Virale o Allergica (intolleranze alimentari).

 
La Congiuntivite Felina si manifesta con gonfiore, arrossamento e lacrimazione degli occhi. Quando la mucosa è infiammata si possono più facilmente impiantare nei tessuti oculari germi, virus e funghi.
La forma più diffusa tra i felini moderni di Congiuntivite nel Gatto è quella provocata da intolleranze agli alimenti industriali. Cibi trattati con additivi chimici, contenenti micotossine, metalli pesanti, che scatenano una subdola reazione allergica, di difesa spontanea dalle tossine alimentari.
 
 
Nel Gatto la Congiuntivite è una delle malattie dell’occhio più comuni. Può manifestarsi in forma acuta o cronica. Ci sono varie cause primarie o concause che possono provocare la congiuntivite come: infezioni, micosi, clamidie, herpes, raffreddore, rinotracheite infettiva, trauma, corpo estraneo nell’occhio.

La Lacrimazione Oculare nel Gatto, spesso accompagnata da scolo nasale, rappresenta una VIA di eliminazione di tante sostanze tossiche presenti del cibo adulterato, che non venendo digerite e che rimangono, sotto forma di tossine, in circolo nell’organismo dei Gatti male alimentati.

Chiaramente se si continua ad alimentare il GATTO con scatolette e crocchette, questo stato infiammatorio diventerà CRONICO.

L’organismo animale, come quello umano, riconosce ESTRANEE e dannose, le numerose sostanze adulterate impiegate nel pet food, non essendo in grado di assimilarle. Alla chimica si deve aggiungere anche la presenza di cereali e carboidrati che NON fanno parte del corredo digestivo del Gatto con conseguente malassorbimento, oltre la nutrita schiera di micotossine presenti nelle derrate alimentari di scarto di farine, con cui vengono confezionati i mangimi per animali. 
Aggiungiamo pure, a questo MIX di sostanze dannose per la salute, la cottura ad alte temperature, a cui vengono sottoposti i food confezionati, che provocano ulteriori trasformazioni e alterazioni, molto dannose.
 

Di fronte ad una congiuntivite nel Gatto, non sempre è possibile, soprattutto nell’immediatezza, capire se si tratta di intolleranze, forme virali, batteriche o alimentari. Tuttavia, quando la congiuntivite è severa e in forma acuta, si deve pensare a:
 
Rinotracheite Infettiva
 
Calicivirosi
 
Clamidia
 
Allergie
 
 
Rinotracheite Infettiva
La Rinotracheite Infettiva è una malattia virale erpetica, che si localizza soprattutto nelle vie aeree superiori e si manifesta con lacrimazione oculare, scolo nasale e spesso febbre. Colpisce gli animali immunodepressi.
 
 
Calicivirosi
E’ una forma virale, che può manifestarsi con Congiuntivite del Gatto infiammazioni oculari anche di grave entità, e che però solitamente colpisce l’apparato buccale, può anche in una fase successiva colpire l’intestino con forme diarroiche e dissenteria. Questo virus, similmente al virus influenzale umano, muta continuamente, e quindi il vaccino non è valido, in quanto dovrebbe essere riformulato (minimo annualmente), con i nuovi ceppi virali.
 
 
Clamidia
La Chlamydia Psittaci è un microrganismo, che si impianta e prolifera nelle membrane mucose, principalmente i tessuti congiuntivali dell’occhio. I sintomi comprendono infatti anche la congiuntivite cronica nei Gatti.
 

In ogni caso queste tre patologie sostenute da batteri e virus, aggrediscono Gatti immunodepressi, e il “cibo spazzatura” contribuisce a causare uno stress immunitario cronico. Quindi indipendentemente da quale sia l’origine di problemi oculari nel Gatto, come infiammazioni e infezioni che colpiscono gli occhi, è sempre bene utilizzare alimenti naturali, adatti ai carnivori.
 
 

gattocicova-foglie

 
 

Congiuntivite Gatto Cure Naturali Integrate Omeopatia
 

E’ auspicabile per la risoluzione della Congiuntivite nel Gatto, un’alimentazione naturale possibilmente biologica controllata, che soprattutto non contenga nessun tipo di conservante o additivo. Che non sia troppo cotta, e che non sia scarto di prodotti destinati ad uso umano.
Una dieta genuina, adatta a un felino, fatta di carne, verdura, frutta, riesce a far regredire in poco tempo la Congiuntivite di origine alimentare. Ma anche se dipendesse da altre cause, l’alimentazione riveste un ruolo centrale, nell’equilibrio tra salute e malattia.
Anche nella fase successiva cioè quando la patologia è regredita, bisogna continuare con alimenti naturali, senza ricadere nella TRAPPOLA del pet food preconfezionato.

Prenditi cura del tuo GATTO con un’alimentazione NATURALE corretta e bilanciata! Ma soprattutto non far mangiare al tuo pet un alimento che non mangeresti MAI

Non fidarti del pet food confezionato, ma fidati solo di ciò che puoi controllare!

Quando la Congiuntivite nel GATTO è di fatto legata a problematiche a carattere infiammatorio, dovute all’età o a patologie sottostanti, per la salute degli occhi, la naturopatia viene in aiuto con rimedi come:

  • TAURINA
  • : si tratta di un nutriente essenziale, per far funzionare nel modo corretto il tessuto muscolare e il tessuto nervoso. Questo aminoacido essenziale, è responsabile dello sviluppo dei tessuti nervosi, del mantenimento della vista e delle corrette funzioni cardiache. E’ inoltre importante per la sintesi di ossido nitrico, un potente agente vasodilatatore.
     

  • RIBES NIGRUM
  • : Il Ribes Nigrum nel Gatto e Cane è utile come antinfiammatorio e come antistaminico naturale, esplica la sua azione soprattutto a livello delle GHIANDOLE SURRENALI. Dove stimola la corteccia a rilasciare delle sostanze, con una forte proprietà antinflogistica ed antiallergica, aumentando la concentrazione di cortisolo ematico. Ecco perché si usa dire che il Ribes Nigrum Gemmoderivato, abbia un’azione cortisone-like (cortisone-simile) senza peraltro bloccare l’azione del Sistema Immunitario, anzi al contrario agisce come immunostimolante
     

  • OMEGA 3 VEGETALI
  • : Integratore indispensabile Olio di Semi di Ribes Nigrum per il contenuto di acidi grassi polinsaturi della serie Omega-3 ed Omega-6 vegetali. Infatti, dai semi del Ribes Nero si estrae un olio ricco di acido gamma-linolenico (GLA) acido grasso essenziale della serie omega-6. Questo acido grasso è classificato come EFA (Essential Fatty Acid) perché non è sintetizzato dai mammiferi essendo presente solo in alcune specie vegetali pertanto deve essere assunto con la dieta.

     
    COLLIRI NATURALI sicuri, che non contengono agenti chimici, per infiammazioni oculari nel Gatto:
    – Euphralia collirio
    – BELLADONNA EX Herba collirio
    – Mercurialis Compositum Collirio
     
     
    PARLIAMO DI..
     
    SIN 47 IGEAKOS (Gocce Orali), rimedio omeopatico composto efficace in caso di: Affezioni oculari, Retinopatie, Retiniti, Cheratiti, Congiuntiviti e Blefariti. Utile sia nelle fasi acute che nella sintomatologia cronica, SIN 47 si caratterizza per un’azione antinfiammatoria e protettiva vascolare.
    Composizione:
    Aconitum Napellus 6 DH, Allium Cepa 4 DH, Apis Mellifica 6 DH, Belladonna 6 DH, Betula Pubescens 4 DH, Chelidonium Majus 6 DH, Congiuntiva 4-7 CH, Cornea 4-7 CH, Cristallino 4-7 CH, Euphrasia Officinalis 10 DH, Fegato 4-7 CH, Fraxinus Excelsior 4 DH, Ginkgo Biloba 4 DH, Juglans Regia 4 DH, Ligustrum Vulgare 4 DH, Nervo Ottico 4-7 CH, Occhio 4-7 CH, Pareira Brava 10 DH, Phytolacca Decandra 6 DH, Prunus Spinosa 4 DH, Retina 4-7 CH, Ribes Nigrum 4 DH, Ruta Graveolens 6 DH, Salix Alba 4 DH, Staphysagria 6 DH, Surrene 4 CH, Uncaria Tomentosa 6-9-12-15 DH, Vaccinium Myrtillus 4 DH, Vescichetta Biliare 4-7 CH
    Utilità del rimedio unitario:
    – Ginkgo Biloba 4 DH, Fraxinus Excelsior 4 DH e Vaccinium Myrtillus 4 DH sono elettivi in caso di retinopatia senile, retinopatia alba, retinopatia diabetica, retinopatia ipertensiva emeralopia, nictalopia, miopia, degenerazioni tappeto-retiniche periferiche
    – Ribes Nigrum 4 DH, Prunus Spinosa 4 DH e Juglans Regia 4 DH sono indicati in caso di retinite, retinite pigmentosa, congiuntiviti allergiche stagionali, lacrimazione, oculoriniti, lesioni retiniche, atrofia del nervo ottico, emianopsia, blefarite, esiti di distacco retinico parcellare
    – Apis Mellifica 6 DH e Allium Cepa 4 DH sono dirimenti in caso di congiuntivite virale, cheratite herpetica, Herpes zoster oftalmico, edema palpebrale
    – Betula Pubescens 4 DH e Salix Alba 4 DH sono d’aiuto in caso di cataratta
    – Belladonna 6 DH è efficace in caso di pulsazioni agli occhi, anche dolorose, spasmi e movimenti involontari delle palpebre, fotofobia e secchezza oculare
    – Euphrasia Officinalis 10 DH e Ruta Graveolens 6 DH sono elettivi in caso di infiammazione palpebrale, gonfiore, affaticamento oculare, lacrimazione, bruciore, sensazione di oggetto estraneo nell’occhio, oftalmia delle nevi e cefalea
    – Staphysagria 6 DH è indicato in presenza di infiammazione del bordo palpebrale, a volte accompagnata da suppurazione, orzaioli, calazi, coriza, ectropion
    – Organoterapici “suis”, secondo i principi dell’Organoterapia, Surrene 4 CH stimola e Congiuntiva 4-7 CH, Cornea 4-7 CH, Cristallino 4-7 CH, Fegato 4-7 CH, Nervo ottico 4-7 CH, Occhio 4-7 CH, Retina 4-7 CH e Vescichetta biliare 4-7 CH stimolano e riequilibrano la funzionalità per similitudine.
     
    (NON usare gocce alcoliche in caso di: gastrite, reflusso, nausea e vomito)

     
     
    PARLIAMO DI..
     

    PEKANA® Proal® Gocce Orali rimedio omeopatico-spagirico indicato in caso di Pollinosi, raffreddore da fieno, eczema atopico, reazioni allergiche in genere.
    Composizione:
    – AILANTHUS GLANDULOSA D4: eruzioni cutanee con macchie rosse, esantemi e orticaria
    – COMOCLADIA DENTATA D6: affezioni dell’occhio: dolori con tensione pulsante, infiammazioni con
    bruciore, rinocongiuntiviti allergiche, nevralgie ciliari
    – EUPHRASIA D4 SPAGIRICO: rimedio fondamentale per tutte le irritazioni della congiuntiva: congiuntiviti
    infiammatorie, infettive e su base allergica, caratterizzate da secrezione lacrimale abbondante ed irritante.
    – JUGLANS REGIA D4 SPAGIRICO: eruzioni pruriginose e suppurative, eczemi pruriginosi e crostosi, secondari a turbe digestive
    – GRATIOLA D4: azione mirata per le congiuntiviti e rinocongiuntiviti allergiche (sensazione di sabbia negli occhi)
    – OKOUBAKA D4: rimedio ad azione specifica per i disturbi della digestione e le intossicazioni di varia origine (alimentari, virali, batteriche e dopo episodi infettivi) la sua azione è focalizzata a livello epatico ed in particolare sulle cellule stellate di Kupfer, promuovendo la rigenerazione delle cellule epatiche e parenchimatose
    – SARSAPARILLA D6: dermatosi pruriginosa con essudato, fissurazioni della pelle
    – TARAXACUM OFFICINALIS D12 SPAGIRICO: rimedio ampiamente utilizzato dalla fitoterapia per il drenaggio epatobiliare. L’azione di stimolo di regolazione funzionale offerta dalla media diluizione omeopatica rende il rimedio un valido aiuto nei deficit epatici e renali
     
     
    IL CASO DI FIOCCO
     


     
    Fiocco è un bellissimo gatto bianco, affetto da congiuntivite cronica, la cui custode si è rivolta a me per tentare cure naturali. Poichè dopo aver provato per mesi, ogni genere di colliri farmacologi, il micio peggiorava ed era costretto, per lungo tempo, ad essere imprigionato in un collare elisabettiano per non strofinarsi gli occhi, estremamente irritati dagli additivi chimici contenuti nei colliri. Effettivamente sembrava una strada senza uscita, poichè quando NON si conoscono alternative ai farmaci, si finisce per usare sempre le stesse molecole chimiche a rotazione, alle quali la delicatissima mucosa oculare si sensibilizza.
     

     
    Per quanto mi riguarda difficilmente utilizzo colliri, seppur naturali, per curare gli occhi dei gatti. Poichè di solito i felini, tendono a strofinarsi intensamente con le zampe, per pulirsi dalle sostanze che gli vengono messe addosso. Per cui ho iniziato a curarlo per vie generali con rimedi unicamente naturali, che controllano l’infiammazione e che, al tempo stesso rafforzano il sistema immunitario.
     

     
    In tempi davvero rapidi la congiuntivite si è risolta perfettamente e Fiocco ha potuto essere liberato presto dalla morsa del collare. I risultati si vedono nelle immagini, spesso basta poco per affrontare le malattie, senza accanimento e sostenendo la naturale propensione alla guarigione.. chiamata Omeostasi.

    Prevenire la Congiuntivite nel GATTO, si può! Con uno stile di vita sano e naturale mantenendo il suo organismo attivo e vitale.. e soprattutto non infiammato.

     
    I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.
     
    Grazia Foti
    Naturopatia Integrata

     
     
    www.gattocicovablog.it

     
     

    Congiuntivite nel gatto: Cause, cura e rimedi naturali

     
     
    POTREBBE PIACERTI ANCHE ..
     

    Calicivirosi nel Gatto

    Rinotracheite Infettiva

    Leucopenia nel Gatto

    Dermatite nel Gatto

    Insufficienza Renale nel Gatto